venessia

Go Green

Verde a Venezia: Giardino Savorgnan e Giardino Groggia

08 giugno 2016

Con l’arrivo della bella stagione, la necessità di stare all’aria aperta e a contatto con la natura si fa sempre molto sentire. Sicuramente l’abitudine dei veneziani è quella di incontrarsi nei campi e di sedersi sulla riva delle Zattere a prendere il primo sole, ma gli alberi e le piante rampicanti che spuntano dalle alte mura e che si intravedono dalle cancellate sono la conferma che Venezia non è solo un labirinto di calli e palazzi addossati gli uni accanto agli altri!

giardino_savorgnan_pozzo_venezia

Oltre ai Giardini Reali adiacenti a Piazza San Marco, turistici e sovraffollati, i Giardini Napoleonici impegnati dal mese di maggio ad ospitare la Biennale e la Pineta di Sant’Elena, che vi avevamo consigliato come palestra a cielo aperto, noi di Nuok abbiamo scovato due parchi nel tranquillo e residenziale sestiere di Cannaregio. Si tratta di Giardino Savorgnan e Giardino Groggia, del quale vi avevamo accennato in un Urban Safari lontano dai flussi turistici.
Entrambi i giardini, che un tempo appartenevano a due residenze private, oggi sono parchi pubblici di proprietà del comune, aperti con un orario invernale e uno estivo. Tra le caratteristiche che accomunano queste due aree verdi c’è quella di trovarsi all’interno di alte mura che per la maggior parte del loro perimetro corrispondono alle pareti delle abitazioni e degli edifici con cui confinano. Un fattore che crea un’atmosfera molto familiare.

giardino_savorgnan_venezia

Il Giardino Savorgnan è situato vicino al Ponte delle Guglie, a dieci minuti a piedi dalla stazione, e vanta due entrate: quella principale che affaccia su Fondamenta Venier Sebastiano e quella secondaria comunicante con Calle Pesaro. Questo parco pubblico deriva dall’unione di due giardini che in passato appartenevano rispettivamente a Palazzo Savorgnan e a Palazzo Manfrin Venier, oggi sedi dell’Istituto Tecnico per il Turismo della città.

giardino_savorgnan_alberi_venezia

Una volta varcata la soglia del cancello principale, lo spazio inaspettatamente ampio per un giardino veneziano e gli innumerevoli alberi, alti e maestosi, vi faranno sembrare di essere stati catapultati in una foresta. Platani, ippocastani, lecci e altri alberi d’alto fusto creano zone d’ombra sull’intera superficie. Il giardino è uno dei più estesi a Venezia, conta quasi 10.000 metri quadrati e la sua struttura si ispira al genere del giardino all’inglese con boschetti di cespugli e piccoli arbusti e sentieri caratterizzati da dislivelli, collinette e saliscendi. Tra la vegetazione potrete scorgere dei ruderi in pietra e al centro del parco una grande struttura circolare, oggi vuota e inutilizzata, che fa pensare a quella che all’epoca avrebbe potuto essere una peschiera.

giardino savorgnan_peschiera_venezia

Disseminato di panchine, il Giardino Savorgnan è un punto di ristoro ideale per rilassarsi e immergersi completamente nella natura, per leggere, studiare e portare a spasso il proprio cane. Punto di riferimento per praticare lo slacklining o per consumare il proprio pranzo al sacco. A proposito, prima di entrare, noi di Nuok vi consigliamo di fare tappa da Cocaeta, una creperia artigianale che offre una ricca e gustosa gamma di crêpes dolci e salate, situata a soli duecento metri di distanza, precisamente al civico 548B in Fondamenta Savorgnan.
Questo spazio verde, inoltre, è molto frequentato da genitori con figli piccoli data la presenza di un’area attrezzata con altalene, dondoli e scivoli. Anche se noterete facilmente che l’attività più scelta da entrambi è il gioco del nascondino!

giardino_groggia_entrata_venezia

Il secondo parco pubblico in cui vogliamo portarvi è il Giardino di Villa Groggia. Raggiungibile oltrepassando la zona del ghetto ebraico, è sicuramente il meno conosciuto, probabilmente per la sua ubicazione ai limiti della città, ma ciò non toglie nulla alla sua ragion d’essere: l’aurea che emana infatti vi ammalierà sicuramente. La sua particolarità è la presenza di elementi lapidei e rovine in stile antico che campeggiano in mezzo alla vegetazione creando un’atmosfera veramente suggestiva e scenografica.

giardino_groggia_rovine_venezia

Più ridotto e meno boschivo del precedente, questo giardino ospita al suo interno diverse interessanti realtà della cittadinanza attiva veneziana. Prima di tutto una ludoteca, aperta i pomeriggi dal lunedì al venerdì, e poi un’associazione remiera, una tra le tante sparse a Venezia che portano avanti la tradizione e la pratica sportiva delle tipiche imbarcazioni veneziane a remi.

giardino_groggia_ludoteca_venezia

Non solo, per il panorama culturale è attivo niente meno che un piccolo teatro, un gioiellino che nel Cinquecento veniva utilizzato come spazio per il tiro a segno e che oggi ospita spettacoli e concerti, dei quali però è difficile rintracciarne la programmazione.

giardino_groggia_statue_venezia

Ora sta a voi andarli a scoprire e ricordatevi questi due polmoni verdi quando la calura estiva si farà sentire, si riveleranno una vera oasi di ombra e frescura!

, , , , , , , , , , ,