venessia

Day Trip

Gita a Lido di Venezia e a caccia di spiagge libere

02 agosto 2017

Nonostante Venezia sia circondata dal mare non presenta aree adibite alla balneazione e nonostante ogni tanto capita di sentire di qualcuno che, non resistendo al clima estivo si sia tuffato in canale per una nuotatina, noi di Nuok vi consigliamo caldamente di non imitare quest’ultimi prima di tutto perché comprometterete il decoro della città, e sapendo che prendendo un semplice vaporetto potrete raggiungere vere e proprie spiagge attrezzate, non ne vale la pena dato che la sanzione a questa infrazione oggi ammonta a 450 €.
Quando arriva l’estate infatti, i veneziani per poter godere del sole, per rilassarsi in spiaggia e fare una nuotata, si recano nel non distante Lido di Venezia, dove noi di Nuok siamo andati alla ricerca delle spiagge libere.

pineta_lido_venezia

Lido è una sottile isola che si estende per 12 Km ed è raggiungibile dal centro storico solamente via mare, con il vaporetto. Le linee che vi fermano sono diverse: 1, 2, 5.1, 5.2, 8, 10, 14 ma quella più veloce per chi parte da Piazzale Roma è sicuramente la numero 6 che ci impiega una ventina di minuti. Quest’isola tra l’altro è vicinissima a San Servolo e San Lazzaro degli Armeni dove già vi avevamo portato.

viale_lido_venezia

La spiaggia libera più vicina all’attracco del vaporetto è sicuramente quella di Bluemoon, che dista solo una decina di minuti a piedi: basta percorrere il Granviale Santa Maria Elisabetta, scandito da bar, gelaterie, negozi e ristoranti da un lato della strada e dai grandi alberghi in stile liberty dall’altro.

bluemoon_lido_venezia

Bluemoon è uno stabilimento ad accesso libero costituito da un complesso con terrazza bar, ristorante self service, docce e servizi che dà la possibilità di noleggiare sedie a sdraio, lettini e ombrelloni anche se la maggior parte della gente stende i propri asciugamani tra la zona attrezzata e il bagnasciuga.
Proprio per la sua vicinanza ai mezzi e ai servizi, Bluemoon è sicuramente la spiaggia più affollata e caotica, anche durante la settimana, ma d’altra parte è il luogo più comodo dove potersi rilassare finito il turno di lavoro e sfruttare anche solo per poche ore i raggi di sole.

excelsior_lido_venezia

Lido di Venezia è conosciuto ai più principalmente perché ogni anno, tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, ospita la Mostra internazionale d’arte cinematografica, manifestazione che dal 1932 fa arrivare in laguna le più apprezzate star mondiali, i loro fan e stormi di cinefili.
In aggiunta o in alternativa ad una giornata in spiaggia vi consigliamo dunque di fare una passeggiata percorrendo il Lungomare Guglielmo Marconi per raggiungere i luoghi di questo Festival quali il Palazzo del Casinò, il Palazzo del Cinema e l’Hotel Excelsior, visibili però solo dall’esterno.

elpecador_lido_venezia

Un’altra tappa che vi consigliamo, questa volta ha a che fare con il cibo, ed è adatta sia a pranzo che a cena o per uno spuntino. Si tratta di El Pecador: un autobus rosso londinese double-decker adibito a chiosco che dispensa panini farcitissimi anche vegetariani dai nomi particolari come te spiego, cowboy, bombarda, ad un prezzo medio di 5 €.

mare_lido_venezia

Continuando invece nella nostra ricerca di spiagge, noi di Nuok ci siamo imbattuti in quella che ha luogo nella zona dei cosiddetti Murazzi, ovvero un’imponente diga lunga 5 Km costruita nel XVIII secolo per difendere gli argini della laguna dall’erosione del mare. Questa struttura, lungo la quale corre una pista ciclopedonale è affiancata da enormi pietroni artificiali che fungono da spiaggia libera. Questa zona, situata a metà del Lido di Venezia, è raggiungibile in autobus o appunto in bici e in confronto alle spiagge precedenti non è attrezzata, è più isolata ma è comunque interessante per la presenza di sculture in legno sparse tra gli scogli create dagli habitué.

chiesa_lido_venezia

Proseguendo sempre verso sud, sempre in bici o in autobus, si giunge a Malamocco, una piccola località del Lido che noi di Nuok vi consigliamo di visitare semplicemente per la sua struttura. A differenza degli altri centri abitati dell’isola, scanditi da grandi palazzoni moderni costeggiati da strade percorribili da auto, l’antico centro di Malamocco ha conservato l’aspetto urbano di Venezia, con calli, campi e canali.

via_alberoni_lido_venezia

Infine, vi proponiamo la località degli Alberoni raggiungibile in venti minuti dall’attracco del vaporetto prendendo l’autobus della linea A oppure costeggiando la laguna in bicicletta. Questa zona comprende l’Oasi delle dune degli Alberoni gestita dal WWF, una riserva naturale che ingloba anche una pineta e in cui è possibile osservare la biodiversità di questa particolare zona marittima.

bagni_alberoni_lido_venezia

Non distante si trovano i Bagni Alberoni, tra i più antichi stabilimenti balneari dell’isola. Costruiti nel 1929 per la ricca borghesia internazionale divennero famosi anche sul grande schermo quando Luchino Visconti decise di girare qui degli esterni per il film Morte a Venezia del 1971.

alberoni_spiaggia_lido_venezia

Accedendo dai Bagni Alberoni potete tranquillamente raggiungere la spiaggia libera, nostra ultima tappa di questo Day Trip. La spiaggia degli Alberoni è sicuramente più tranquilla, selvaggia e meno affollata rispetto a quella di Bluemoon e anche l’acqua del mare è visibilmente più pulita. Pensate, qui le persone, oltre a prendere il sole, vanno a caccia di vongole!

 

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,