Uncategorized

Oggi a New York: Alessia Sara Domanico

25 febbraio 2010

8720_828320517370_48901749_48273770_2798561_n

:: Benvenuta su Nuok, Alessia! Ci racconti in breve di te? Come è stata l’esperienza a RaiCorp? Sono un’italo-canadese, nata in Canada, con origini calabresi. Sono laureata in Film Production e Cinema Italiano alla York University di Toronto. Durante la mia adolescenza ho avuto l’opportunita di vivere per diversi anni in Italia, e così ho avuto modo di apprezzare il paese, e devo dire che mi è rimasta nel cuore, è sempre tra i miei pensieri. Prima dello stage con la Rai Corporation a New York ho fatto uno stage presso il telegiornale italiano della communità italo-canadese qui a Toronto: OMNI News. Adesso sono impiegata presso una televisione Cattolica dove lavoro come producer e montatrice.

DSCN1885
Fotografie di Alessia Sara Domanico

L’esperienza alla RAI Corporation è stata veramente unica, inestimabile. Il nostro gruppo ha avuto la possibilità di coprire tanti e diversi eventi. Come intern per il TG2 mi sono occupata di diversi eventi: sono stata al circo dei Ringling Brothers; per un pezzo sul 40esimo anniversario di Woodstock ho tenuto una corrispondenza in cui ho intervistato tanti figli dei fiori degli anni ’60; ho conosciuto un originale vocalista del gruppo musicale Sha Na Na, che ha suonato prima di Jimi Hendrix sempre a Woodstock; ho intervistato una guida spirituale che pratica “couch-surfing” (che si può tradurre come “auto-stoppista dei divani”!) in una casa bifamiliare a Brooklyn, con matterassi come unici mobili, occupata da una quindicina di giovani…

DSCN1584

Ma l’esperienza piu bella per me è stata la settimana della moda, con il team della giornalista Mariella Milani: ogni giorno andavo a circa cinque sfilate, e ho avuto modo di vedere stilisti e personaggi che mai avrei immaginato di incontrare in vita mia. Il momento più emozionante l’ho vissuto alla sfilata di Calvin Klein, quando mi sono trovata proprio davanti ad Anna Wintour, la direttrice responsabile di Vogue USA. Lei mi fissava, giudicando tutto quello che avevo adosso! La settimana della moda è il momento in cui New York diventa la città che vediamo nei film, piena di glam ed eleganza.

8720_824005799100_48901749_48073191_2324357_n
Sfilata di Marc Jacobs 2010

:: Se dico New York tu dici… Il posto dove tutto può succedere.

:: Che cosa hai pensato durante i primi giorni a New York? Ma c’è almeno un secondo per riposare? E la risposta, ho scoperto in seguito, è “assolutamente NO”!

:: Abbiamo visto New York in tutte le salse nei film e nei serial. C’è qualcosa che ti ha veramente sorpresa? Tante cose, nello specifico il numero dei giovani professionisti che vivono qui in cerca del sogno Americano, e anche il numero di giovani artisti che stanno cercando di farsi un nome nello stesso posto dove Warhol, Paul Newman, Bob Dylan, e tanti altri sono diventati famosi. Un buon concentrato di tutto questo lo puoi osservare la sera sulla linea dell’L Train. Qui vedrai mille giovani ‘hipster’ vestiti come per un photoshoot di David LaChapelle.

:: Qual è il film ambientato a New York che preferisci? Perché? “Life Lessons”, un cortometraggio di Martin Scorsese con Nick Nolte e Patricia Arquette. Il film è uno dei tre della serie “New York Stories”. Lo preferisco perchè mostra una NYC sporca, ma magnifica. I personaggi sono eccentrici e volgari, tipi che possono capitare sola in una città come NYC. L’atmosfera di New York in questo film è affascinante, ogni luogo è funzionale al regista per raccontare questa ‘tipica’ storia newyorkese.

:: Due posti segreti che hai scoperto, fuori da ogni itinerario turistico. Il mio rooftop nell’UES, un bel posto per riflettere con una bella vista sull’East River (neanche la proprietaria si era accorta della sua esistenza!) ed il Brooklyn Bowling, ideale per divertirsi – anche se non è un posto segreto, non credo che sia dentro il classico itinerario turistico.

,