turin

By Night

Panini di Mare: aperitivo chic nel Quadrilatero di Torino

01 maggio 2017

Dopo una sessione di shopping nel cuore pulsante del Quadrilatero Romano di Torino, tra le grandi catene di Via Garibaldi e gli artigiani di Via Barbaroux, che cosa può esserci di meglio che un aperitivo fresco a base di pesce? Cercate la deliziosa Piazzetta Andrea Viglongo, dedicata al libraio ed editore piemontese che ha pubblicato le opere di Nino Costa, Luigi Gramegna ed Emilio Salgari. Qui, con le sue ampie vetrate, si affaccia Panini di Mare, un localino delizioso che saprà conquistare il vostro palato con eleganza e qualità.

antipasto_panini_mare_torino_8

Ma come è arrivata tanta squisitezza marina a Torino? Tutto nasce dal percorso personale di Mario Ottaviano, chef e patron del celebre Trabucco da Mimì di Peschici, dove ormai da cinque generazioni gli ospiti vengono accolti tra le terrazze sul mare e gli argani di quella futurista macchina da pesca che è il trabucco, appunto.

E così, dopo le fortunate aperture di Vieste e Firenze, la squadra si è spinta ancora più a nord, nella capitale sabauda. A dare il benvenuto, meduse luminose che scendono dal soffitto nero, tavoli di legno, cucina a vista e il menu scritto sulla lavagna. Lo staff vi racconterà con entusiasmo la storia dal fondatore, le origini dell’idea e il territorio di provenienza. Nessun dettaglio è lasciato al caso.

antipasto_panini_mare_torino_3

L’atmosfera è rilassata, armoniosa.

Da Panini di Mare si serve pranzo e cena, ma soprattutto un invitante aperitivo, che vi permetterà di assaggiare un po’ tutte le specialità della casa. Polpo, pesce spada, astice, gamberi… L’aperitivo che vi ritroverete sotto il naso si misura con i sapori della tradizione peschiciana alternati a qualche piacevole introduzione, come un peperoncino ripieno di toma di capra.

antipasto_panini_mare_torino_1

Vi verrà consigliato l’ordine di assaggio, fidatevi del suggerimento, così da apprezzarne tutte le sfumature, dal più delicato al più saporito. Accompagnate gli antipastini con una birra artigianale pugliese oppure un buon calice di vino bianco e il gioco è fatto.

antipasto_panini_mare_torino_2

In alternativa, potete chiedere di una degustazione di due tartare a scelta tra tonno, gambero rosso e salmone selvatico canadese. Dimenticate quel colore rosato del salmone del supermercato: qui il pesce è davvero pregiato. Condite a piacere, e godetevi questi bocconcini di pescato carnosi e morbidi… 

antipasto_panini_mare_torino_6

Se poi non potete resistere alla tentazione di un panino gourmet della casa, fatevi portare la lista sulla tavoletta, e date un’occhiata al menu completo (sì, ci sono anche le insalatone “d’amare“). Ma torniamo al panini… I nostri preferiti? Mazara, con gamberi rossi crudi, rucola, lime, sale, pepe e olio.

antipasto_panini_mare_torino_5

Ma anche l’Esotico, con polpo alla griglia, zenzero, curry, lime, sale, pepe e olio. Un tripudio per le vostre papille gustative, morso dopo morso. Unica avvertenza: è capace di dare una forte dipendenza!

antipasto_panini_mare_torino_4

Ha raccontato lo chef qualche tempo fa: “Sono cresciuto con mia madre in cucina, con i prodotti stagionali del territorio, cercando per moltissimi anni di fare il ‘piatto perfetto’. Ma la svolta è arrivata per caso. Durante un giro a Mola di Bari assaggiai un panino col polpo, buonissimo, ma rimaneva in gola: servivano tre sorsi di Peroni per mandalo giù! Allora ho pensato che avrei potuto migliorarlo. Il segreto lo trovai nella cipolla all’agrodolce, ed è stata una bomba.E infatti oggi come ieri ogni sapore è ricercato, sapientemente accostato; il pane stesso, scelto per accogliere il pesce e spennellato di olio extravergine d’oliva, è croccante, equilibrato, giusto. Sono più che semplici panini.

antipasto_panini_mare_torino_7

Se proprio volete saperlo, ne uscirete con il portafoglio salvo: il rapporto qualità-prezzo è buono, e poi sul pesce (soprattutto quando servito crudo, come in alcune proposte del locale) non si scherza. Durante il fine settimana meglio prenotare, per non trovarsi fuori con l’acquolina in bocca. Potete prendere posto ai tavolini, oppure al lungo tavolo centrale, da condividere con gli altri commensali. Insomma, in attesa che l’estate arrivi e con lei le vacanze in spiaggia, toglietevi la voglia di un panino di mare a Torino.

, , , ,