trevizo

Let's Eat

Amorestaurant: “la nuova cucina italiana” a Badoere

24 novembre 2016

A Badoere, frazione del comune di Morgano, in provincia di Treviso, la piazza principale viene chiamata “La Rotonda”, ex barchessa (tettoia) di Villa Badoer, sede ogni prima domenica del mese del mercatino dei Trovarobe. In questo luogo storico (oggi: Piazza Indipendenza) troviamo al numero 23 Amorestaurant, locale che reinterpreta la cucina italiana in chiave contemporanea, senza dimenticare la forte tradizione della cucina del nostro paese.

menu_amorestourant

Gli chef Andrea e Mauro Orofalo, di origini pugliesi hanno l’intento di valorizzare l’eccellenza italiana lasciandosi ispirare dal luogo in cui si trovano: antico crocevia strategico e location in cui straordinari prodotti tipici di alta qualità sono stati protagonisti.

Il primo incontro con Amorestaurant è avvenuto come nelle più grandi storie d’amore: inaspettatamente. Nessun cameriere all’ingresso a invitarci, non un look eccessivo, solo il dolce profumo proveniente dalla cucina e la raffinatezza, evidente fin dall’insegna, a invogliarci a entrare.

ingresso_amorestaurant

Già dall’ingresso ci accorgiamo che l’eleganza dell’insegna si rispecchia perfettamente anche all’interno nel design contemporaneo, accostato a dettagli che richiamano la tradizione come il tetto in legno, ma anche e soprattutto nei piccoli particolari: una candela profumata al centro della tavola, posate brillanti che affiancano un fazzoletto di lino avvolto da un nastro con il nome del locale.

tavola_amorestaurant

La trasparenza del locale, invece, è resa evidente dalle grandi e limpide vetrate e dalla cucina a vista in cui gli chef si lasciano ammirare mentre preparano  piccoli miracoli culinari.

chef_amorestaurant

Nel momento in cui ci accomodiamo un cameriere gentile ci spiega il menu.

I piatti sono reinterpretazioni della cucina italiana, composizioni originali che esaltano i prodotti locali di qualità, sia vegetariani che onnivori. L’originalità non si vede solo dal nome, come ad esempio Profumo di Mediterraneo al vapore, ma anche dalla scelta degli accostamenti, come il Risotto con Capasanta, liquirizia e mascobado.
Anche se già conquistati, abbiamo voluto mettere ulteriormente alla prova il posto, chiedendo se avessero piatti vegan da proporci.

menu2_amorestaurant

Il cameriere non si è lasciato intimorire dalla richiesta e ha subito proposto alternative altrettanto gustose.

Ordiniamo un Sauvignon, vino bianco e fermo, e insieme ci viene portato l’antipasto, una delicata e saporita crema di piselli resa sfiziosa dalla granella di pistacchio, accompagnata da quattro tipi di pane: paprika e finocchietto, sette cereali, fritto con pistacchi e bianco. Non ne è rimasto nessuno.

pane_amorestaurant

Gli antipasti, però, non erano ancora finiti: un cannolo ripieno di patate dolci, accompagnato da una crema di cipolle rosse, un cannolo con crema di porcini (vegetariano) e verdure in tre consistenze. Già queste prime portate hanno sedotto i nostri palati.

antipasto_amorestaurant

I nostri stomaci erano già pronti alla portata successiva, quando un sorbetto al sedano, pesca gialla e ginseng ha predisposto anche il palato.

sorbetto_amorestaurant

L’ottimo antipasto ci ha fatto attendere con trepidazione i secondi: cotolette di seitan con crema di cipolle e caviale all’olio d’oliva.

secondi_amorestaurant

L’accostamento croccante della panatura con la consistenza delicata e saporita del caviale all’olio d’oliva hanno trasformato una cotoletta nel momento della verità, quel momento in cui comprendi che l’avventura iniziata in questo locale, un po’ per caso, un po’ per fame, si è trasformata in qualcosa di più.

Quando il cibo è buono, buono veramente, riesce a trasmettere delle emozioni. Questo accade quando non solo la preparazione è impeccabile e gli ingredienti sono genuini, ma quando è cucinato con amore.

Da Amorestaurant gli chef sono innamorati del loro mestiere e proprio per questo riesco a far innamorare i clienti che varcano la loro soglia di vetro.

Per concludere la deliziosa esperienza ci siamo lasciati tentare dal dolce: panna cotta vegana accompagnata da gelato alla pesca, biscotti. E anche se eravamo alla fine siamo stati sorpresi ancora quando il cameriere ci ha portato delle palline al cioccolato fondente ricoperte da scaglie di cocco.

dolce_amorestaurant

L’atmosfera intima e romantica, esaltata dal rumore del fiume Sile che passa accanto al ristorante e dai delicati profumi delle piante dell’esterno, hanno reso la degustazione un’esperienza gastronomica unica.

sile_amorestaurant

Tutto è pensato per far assaporare al meglio la degustazione e a mettere a proprio agio i clienti. I prezzi sono proporzionati alla qualità e la gentilezza e la professionalità dello staff rende ancora più piacevole la già straordinaria esperienza.

Insomma, l’inizio di un grande amore con il lieto fine.
Ma solo per il momento, perché ci torneremo, pronti a innamorarci ancora di più.

, , , , ,