trent

Wish Bag

Un parampampoli ai mercatini di Natale di Trento

29 novembre 2012

Il Trentino si sa è una regione splendida in tutte le stagioni. In primavera, quando la natura esplode, in estate con suoi laghi cristallini, in autunno con i colori caldi che riempiono le vallate e per finire in inverno che è forse il periodo più suggestivo. Trento si riempie di lucine e di turisti, l’aria si fa frizzante e per un mese intero Piazza Fiera ospita i famosi Mercatini di Natale.

Piazza Fiera è una grande piazza quadrangolare dove un tempo si tenevano -fra le tante- anche le fiere di animali. A est della piazza c’è il Palazzo Arcivescovile, a nord le Mura Vanghiane (del 1200 circa) e ad ovest il Torrione Madruzziano, possente torre cilindrica baluardo alla porta di S. Croce.

Da quasi vent’anni qui si tengono i mercatini di Natale che vantano circa 500.000 visitatori a stagione. Tutte queste ottime premesse ci hanno invogliato e siamo andati a vedere che cosa li rende così speciali.

Ci siamo lasciati prendere per il naso da subito. E’ stato il naso infatti che ci ha portato alla casetta degli Strauben e del brulè al succo di mela, passando per quella dei canederli, della polenta carbonera e della carne salada. Una musica dolce in sottofondo, quest’ultimo arricchito da un piacevole chiacchiericcio e dal suono del mitico corno di montagna.

Le casette di Piazza Fiera hanno un minimo comune denominatore: l’esclusiva offerta di prodotti tipici della tradizione trentina e di artigianato locale.

Si possono degustare grappe, bombardini, vin brulè (noi l’abbiamo preso dagli storici frati embriaghi), rumtopf, parampampoli e ottimi vini, assaggiare bretzel appena sfornati, dolci tipici come lo Zelten e lo Strudel e le caramelle Zirele. Per quanto riguarda gli acquisti ci siamo sbizzarriti: miele, erbe alpine, risotti e sciroppo dell’orso

I mercatini staranno aperti fino al 24 dicembre 2012 compreso, tutti i giorni dalle 10 alle 19 tranne la vigilia di Natale che prevede la chiusura anticipata alle 17. Cliccando qui, i dettagli per arrivarci.

, ,