San Francisco 101: alla scoperta della città grazie alle sue migliori librerie

Insieme alla nebbia e alla tecnologia, che sin dal primo episodio della nostra miniguida abbiamo scoperto essere regine indiscusse della city by the bay, anche la cultura e la letteratura sono parte integrante della vita degli abitanti di San Francisco. L’apertura e l’originalità che da sempre caratterizzano questa città l’hanno resa centro del movimento Beat negli anni Cinquanta e di quello Hippie negli anni Sessanta, l’hanno resa casa per alcuni dei più acclamati scrittori statunitensi – come Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Amy Tan, Dave Eggers e Michelle Tea – e ogni giorno la rendono sede di numerosi eventi culturali, legati alla promozione di autori più o meno conosciuti, all’uscita di nuovi libri e all’approfondimento di temi d’attualità.

La letteratura a San Francisco occupa un ruolo così rilevante da arrivare a definire i confini e le caratteristiche del suo territorio. Partendo da questa considerazione, l’artista Ian Huebert ha costruito una vera e propria “literary map” della città, basata esclusivamente sulle parole che tanti scrittori le hanno dedicato all’interno di romanzi, saggi e poesie: questo piccolo capolavoro è stato pubblicato su SF Gate, la versione online del San Francisco Chronicle, e merita senza dubbio uno studio approfondito. Da parte nostra, noi di Nuok non vogliamo essere da meno: sappiamo che una guida essenziale della città non può non contenere un capitolo tutto dedicato alle sue librerie più particolari, convenienti e pittoresche, fuori dai circuiti della grande distribuzione. Se come noi siete degli avidi lettori, o semplicemente avete voglia di scoprire la San Francisco più autentica, siamo sicuri che le nostre segnalazioni potranno tornarvi utili.


Troy Holden - City Lights

City Lights, il primo indirizzo che vi consigliamo, è molto più che una “semplice” libreria; essere stata il centro della rivoluzione letteraria della Beat Generation e uno dei principali luoghi di ritrovo degli scrittori del movimento ha reso questo luogo – collocato nel quartiere italiano di North Beach, al confine con Chinatown – un vero e proprio “landmark” della città, ufficialmente considerato come avente un interesse storico di portata nazionale. City Lights, il cui nome è un chiaro omaggio al film di Charlie Chaplin, è stata fondata nel 1953 da Peter Martin e dallo scrittore beat Lawrence Ferlinghetti insieme a una casa editrice che porta lo stesso nome, la cui pubblicazione di maggior rilievo – nel 1956, all’interno della collana Pocket Poets Series – è stata senza dubbio “Howl & Other Poems” di Allen Ginsberg. Questo testo, con i suoi riferimenti espliciti a droghe illecite e pratiche sessuali, suscitò al tempo un enorme clamore e portò all’arresto di Ferlinghetti, accusato di diffusione di oscenità. Oggi, a distanza di decenni e dopo numerose espansioni, questa libreria a tre piani – meta quotidiana di turisti da tutto il mondo – è riuscita a mantenere un equilibrio tra la sua fama internazionale e il suo desiderio di rimanere simbolo di una cultura alternativa, indipendente, progressista: nei suoi scaffali potrete trovare, a fianco di testi più recenti e famosi, titoli rari appartenenti ai generi più diversi e della più diversa provenienza. Da non perdere.

City Lights Bookstore
261 Columbus Avenue (@ Broadway)
San Francisco, CA 94133
Tel (415) 362-8193


Rubin 110 - Green Apple Books

Spostiamoci ora nel Richmond District, una zona in gran parte residenziale che vi consigliamo per tre motivi: i ristoranti asiatici più buoni della città, il verde dei tre parchi che la incorniciano (il Golden Gate Park, il Lincoln Park e il Presidio) e Green Apple Books, una delle nostre librerie preferite. Proprio come City Lights, questo luogo può vantare una tradizione pluridecennale. Aperta nel 1967 da Richard Savoy, che a venticinque anni ha preferito la sua passione per la letteratura a un lavoro sicuro nella United Airlines, questa vastissima raccolta di libri usati, fumetti e riviste ha acquisito una grande popolarità, che negli ultimi quarant’anni ha continuato a crescere – letteralmente – insieme al negozio stesso: oggi Green Apple Books è dieci volte più grande rispetto al momento della sua prima apertura, e il suo spazio comprende una vasta selezione di libri sia nuovi che di seconda mano, di musica (oggi la libreria è un tutt’uno con Revolver Records, che un tempo era il negozio di dischi della porta accanto) e di DVD, il tutto a prezzi a dir poco competitivi.

Green Apple Books
506 Clement Street (@ 6th)
San Francisco, CA 94118
Tel: (415) 387-2272


Thomas Hawk – Bound Together

La terza libreria che vi segnaliamo è a nostro parere il simbolo perfetto del quartiere in cui è collocata. Si tratta di Bound Together, nella zona di Haight-Ashbury, che fu centro del movimento Hippie degli Sessanta, nonché della celeberrima Summer of Love del 1967. L’atmosfera di libertà, apertura e creatività che caratterizzarono quel periodo leggendario non è del tutto scomparsa per le strade di Haight-Ashbury; si continua a respirare in alcuni luoghi autentici, fedeli alla filosofia dei figli dei fiori, sopravvissuti all’avvento delle coloratissime “trappole per turisti” di cui oggi è punteggiato il quartiere. Una di queste è certamente Bound Together, una libreria anarchica basata esclusivamente sul lavoro di volontari, che saranno felici di rispondere alle tutte le vostre vostre domande e di guidarvi nella scelta di testi (riviste, libri, opuscoli e fumetti) di storia, politica, attualità e, ovviamente, approfondimento del pensiero anarchico. Se deciderete di visitare questa libreria vi suggeriamo di non perdervi il murales di Susan Greene su uno dei lati dell’edificio che ospita la libreria, dove sono ritratti alcuni dei più famosi anarchici della storia, e di informarvi sul Prisoners Literature Project, che da più di vent’anni ha l’obiettivo di distribuire gratuitamente libri ai detenuti delle carceri di tutti gli Stati Uniti.

Bound Together Bookstore
1369 Haight Street
San Francisco, CA 94117
Tel: (415) 431-8355


Alessandra Maffei – Dog Eared Books

L’ultima fermata del tour tra le librerie di San Francisco è nel quartiere Mission. Se non possiamo non citarvi nuovamente 826 Valencia, la libreria/scuola di scrittura/negozio per pirati fondata dal geniale Dave Eggers, abbiamo anche altri due indirizzi che potrebbero interessarvi. Il primo ha conquistato il nostro cuore innanzitutto per il suo nome: si tratta di Dog Eared Books, su Valencia Street, una libreria dall’atmosfera accogliente dove vi ritroverete a voler trascorrere interi pomeriggi. Avrete a disposizione un’ottima selezione di fumetti, dischi, calendari, riviste, cartoline, oltre che chiaramente di libri nuovi e usati, spesso a prezzi scontati fino all’85%. La seconda libreria del quartiere – a pochi passi da Dog Eared Books – che non possiamo non segnalarvi è Borderlands, l’indirizzo definitivo per gli appassionati di letteratura sci-fi, horror e fantasy. Il personale della libreria, esperto e molto disponibile, è orgoglioso di vendere libri, periodici, dvd e gadget introvabili, di qualità e tutt’altro che mainstream: dimenticatevi di Buffy l’Ammazzavampiri, da Borderland si fa sul serio. C’è un intero scaffale esclusivamente dedicato al mondo degli zombie: consideratevi avvertiti!

Dog Eared Books
900 Valencia Street (@ 20th)
San Francisco, CA 94110
Tel: (415) 282-1901

Borderlands
866 Valencia Street
San Francisco, CA 94110-1739
Tel: (415) 824-8203

Il nostro viaggio all’interno di alcune tra le più imperdibili librerie di San Francisco si conclude qui. Se passeggiando per le strade di quartieri come North Beach, Richmond, Haight-Ashbury o Mission vi concederete una mezz’ora di esplorazione in uno dei negozi che vi abbiamo segnalato avrete l’opportunità di scoprire un frammento prezioso della San Francisco più autentica. In più – chi lo sa? – potreste trovare a un prezzo conveniente un libro che cercavate da tempo o, ancora meglio, un libro che non sapevate di desiderare ma da cui non riuscirete più a staccarvi. Cosa chiedere di più?



Commenti (2)

  1. [...] Come abbiamo già avuto modo di scoprire in campo letterario, San Francisco è animata ogni giorno da numerosi eventi culturali e il periodo natalizio – fatto di feste, relax e tanto tempo libero a disposizione – non fa di certo eccezione: una delle tradizioni più popolari in questo momento dell’anno, in linea con l’amore che la Dickens Christmas Fair dimostra ogni anno nei confronti dello scrittore inglese, è proprio quella di recarsi con tutta la famiglia all’American Conservatory Theatre per assistere alla trasposizione teatrale di A Christmas Carol di Charles Dickens. Dal momento che i costosissimi biglietti per questo spettacolo sono esauriti da tempo, abbiamo pensato di darvi le coordinate necessarie a trascorrere comunque una serata a teatro durante la vostra permanenza a San Francisco. Senza limiti di genere o location, ma con una sola regola: il tema natalizio ovviamente! [...]

  2. [...] abbiamo portato nelle nostre librerie e pasticcerie preferite, arrivando addirittura a segnalarvi i posti migliori dove comprare costumi [...]

Lascia un commento