riodegianeiru

Go Green

Le zone verdi di Rio: Jardim Botânico e Parque Lage

10 aprile 2014

Per gli amanti della natura e delle passeggiate questa volta vi portiamo all’esplorazione di due zone “verdi” di Rio de Janeiro. Come se non ce ne fossero abbastanza? Già, a Rio per fortuna la natura non manca. Il Giardino Botanico si trova nel quartiere Zona Sul di Rio e con le sue 6.500 specie di piante e alberi tropicali e subtropicali (alcune a rischio di estinzione), di cui 900 varietà di palme distribuite su una superficie di 54 ettari, accoglie la diversità della flora brasiliana e straniera. Al suo interno potrete trovare monumenti di interesse storico, artistico e archeologico.

Il parco di 140 ettari, si trova ai piedi della montagna Corcovado, ed è stato fondato nel 1808 da Re Giovanni VI del Portogallo. Originariamente previsto per l’acclimatazione di spezie come noce moscata, pepe e cannella importate dalle Indie Occidentali, questo giardino è stato poi aperto al pubblico nel 1822; oggi è visitabile tutti i giorni tranne il 25 dicembre e il 1 gennaio. La Avenue of Royal Palms è costituita da 750 m di 134 palme e porta i visitatori dall’ingresso del giardino fino al suo interno.

jardimbotanico_3
jardimbotanico_1

Solo circa il 40% del parco è coltivato, il resto appartiene alla Foresta Atlantica che sale le pendici del Corcovado. E’ protetto dal Patrimonio Storico e Artistico Nazionale ed è stato designato come riserva della biosfera dall’ UNESCO nel 1992. Il Giardino Botanico ha un importante istituto di ricerca, sviluppa una vasta gamma di studi botanici in Brasile e si avvale di tassonomisti che si specializzano per l’identificazione e la conservazione della flora neotropicale. Inoltre, hanno la libreria più completa nel paese specializzata in botanica, con oltre 32.000 volumi.

jardimbotanico_4

Nel parco è possibile avvistare fino a 140 specie di uccelli, molti dei quali si sono abituati agli esseri umani e sono quindi molto più facili da osservare che in natura. Tra questi il tucano, la penelope obscura e rallo pettoardesia (un uccello orientale che troverete proprio all’interno dell’affascinante giardino giapponese). Inoltre, sono state avvistate delle scimmie urlatrici e i caratteristici uistitì di Geoffroy dalle orecchie pelose.

jardimbotanico_2

jardimbotanico_5
A questo punto se non ne avete abbastanza di flora e fauna vi consigliamo di proseguire su Rua Jardim Botanico e qualche centinaio di metri più avanti troverete l’ingresso per il Parque Lage, un vero e proprio gioiello che fa parte dello scenario della cultura carioca. La sua storia risale all’ epoca del Brasile coloniale quando era un vecchio zuccherificio appartenente a Fagundes Varela. Venne acquistato prima da Rodrigo de Freitas Castro Mello, poi nel 1859, con un processo di compravendita passò nelle mani di Antonio Martins Lage. A questo punto, dato il nome di “Parco Lage”, la fattoria nel 1900 fa ufficialmente parte delle proprietà della famiglia Lage e nel 1920 viene acquistata dal nipote, l’imprenditore Enrique Lage. Amante delle arti, Henrique Lage si innamora e sposa la cantante lirica italiana, Gabriela Besanzoni e per compiacere la moglie da l’ordine di costruire la replica perfetta di un “palazzo romano” e di riformulare parte della progettazione del paesaggio. Per farlo  da in mano i lavori all’architetto italiano  Mario Vodret.

parquelage_6

parquelage_9

A questo punto due grandi porte si aprono su Rua Jardim Botânico e due sentieri imperiali circondati da palme portano al palazzo, al centro un cortile con piscina e un portico piuttosto prominente, le piastrelle di marmo che rivestono la villa sono importate dall’Italia e i dipinti decorativi delle sue sale sono state firmate da Salvador Paylos Sabaté.

parquelage_10

I giardini che circondano la casa, parte del Parco Nazionale di Tijuca, sono disposti geometricamente e comprendono circa 52 ettari di lussureggiante foresta alle pendici del monte Corcovado.

parquelage_11
parquelage_8(Riuscite ad individuare la famosa statua in cima alla montagna?)

Oggi il Parque Lage affascina i visitatori che passando non possono fare a meno di entrare e passeggiare in un’atmosfera bucolica, dove è possibile visitare una grotta e un acquario con pesci tropicali.

parquelage_12

Inoltre, il parco oggi è la sede della scuola di Arti Visive (Escola de Arte Visuais do Parque Lage), uno dei più importanti centri di formazione artistica della città.

parquelage_7

Buona visita!

, , , , , ,