riodegianeiru

Urban Safari

Alla scoperta di Santa Teresa e Lapa a Rio de Janeiro

26 marzo 2014

Se c’è una zona di Rio de Janeiro presa di mira dai bohémienne è sicuramente quella di Santa Teresa e di Lapa. Due quartieri colorati e musicali, ma allo stesso tempo difficili. Infatti, nonostante presentino ancora problemi di criminalità diffusa, stanno contribuendo in modo considerevole ad accrescere il patrimonio artistico della città.

Santa Teresa è un quartiere arroccato su una collina, trae il suo nome dal convento carmelitano fondato nel 1975, un tempo era considerata la zona “bene”, ma quando all’inizio del XX secolo i suoi facoltosi abitanti si spostarono nella zona più a sud cadde rovinosamente in declino. Solo intorno agli anni ’60 e ’70 quando molti artisti della zona si insediarono nelle vecchie e affascinanti residenze iniziò  un processo di rinnovamento che dura fino ad oggi. Lapa originariamente altra zona residenziale ambita dalla Rio benestante si trasformò in quartiere a luci rosse nel 1930, ad oggi è uno dei fulcri della vita musicale e notturna della città.

Il percorso che vi proponiamo si snoda lungo la collina di Santa Teresa e in discesa fino a Lapa arriva fino ai piedi di Cinelandia. Partendo da Largo do Guimaraes, la piazza che è diventata il fulcro della vita bohémienne ricca di ristoranti e negozi d’ artigianato arriviamo percorrendo Rua Carlos Brant al Museo do Bonde: un minuscolo museo che illustra attraverso fotografie la storia della tramvia.

bonde_santateresa

santateresa_riodejaneiro

Il bonde (curiosità: bond viene dall’inglese, vuol dire azione e si riferisce alle azioni pubbliche che finanziarono i primi tram elettrici) divenuto ormai il simbolo del quartiere è l’ultimo degli antichi tram che un tempo percorrevano la città. Restano solo due linee attive in città: la linea Paula Matos si dirige verso nord-ovest, mentre l’altra la linea Dois Irmaos prosegue verso sud. Tornando indietro e percorrendo in discesa Rua Almirante Alexandrino arriviamo a Parque das Ruinas e qui dobbiamo salire ancora una volta lungo le scale di questa antica villa da cui si gode una delle più belle viste sulla città.

santateresa_lapa

parque das ruinas

Dopo una piccola sosta per riempire gli occhi del panorama stupendo che offre questo posto continuiamo il nostro cammino. Questa volta in discesa, lungo Rua Santa Teresa (mentre camminate date un occhio alle pittoresche case colorate che costeggiano la via) fino ad arrivare alla Escadaria Selaron, una delle mete turistiche più gettonate della città. La scalinata tra Rua Joaquim Silva e Rua Pinto Martins praticamente collega Santa Teresa e Lapa è una vera e propria opera d’arte. Opera dell’artista cileno Jorge Selaron che ha deciso di ornare i 215 scalini con mosaici variopinti, specchi e mattonelle provenienti da tutto il mondo. Ogni passo è una storia da leggere. Fino a qualche anno fa la scalinata era un work in progress e se eravate fortunati potevate trovare l’artista intento a lavorare su qualche mattonella, ma purtroppo nel 2013 Selaron ci ha lasciati e così l’opera si è conclusa, come ha dichiarato lui stesso “Questo sogno folle e unico finirà solo il giorno della mia morte” .

santateresa_lapa_riodejaneiro01

santateresa

Continuando il tragitto lungo Rua Joaquim Silva arriviamo alla via principale Av Mem de Sa dove possiamo ammirare l’ imponente Arcos da Lapa. Un acquedotto simbolo del quartiere e no, non siamo nell’antica Roma nonostante lo stile la richiami, ma davanti ad un monumento del settecento che si compone di 42 archi alti 64 metri. A oggi la struttura è sormontata da binari su cui corre il bonde lungo il tragitto verso Santa Teresa.

lapa_2

Da qui, siamo quasi alla fine della nostra passeggiata e ci dirigiamo verso Rua do Lavradio fino ad arrivare all’angolo con Avenida República do Chile per trovare l’ingresso della Catedral Metropolitana. Concludiamo il nostro giro con questa immensa struttura di forma conica che è stata inaugurata nel 1976 dopo ben 12 anni di lavori. La Cattedrale cittadina al suo interno presenta sculture e dipinti parietali di notevole importanza, ma verrete sicuramente colpiti dalla bellezza dei colori delle quattro vetrate istoriate che percorrono le pareti dell’edificio fino alla punta.

lapa

Uscendo, non mancate di fare un salto alla Fundicao Progresso appena dietro alla Cattedrale in Rua dos Arcos, è una ex fonderia adibita a centro culturale che ospita tutto l’anno un bel numero di mostre, concerti e spettacoli di samba (ingresso libero, orario 9-18 dal lunedì al venerdì). La cosa particolare è che questo edificio mantiene ancora lo stile dell’epoca essendo uno dei pochi scampati all’intervento di riprogettazione del quartiere avvenuto anni ’50 ed ha la facciata completamente dipinta.

santateresa_lapa_riodejaneiro02

Il nostro tour è finito, tempo di percorrenza previsto: 2 ore.
Boa caminhada!

, , , , , ,