piaseinsa

Coolture

Teatro e dopoteatro a Piacenza

21 gennaio 2016

A noi nuoker andare a teatro piace moltissimo, infatti vi avevamo già trascinato a vedere spettacoli a Madrid, Stoccolma, Roma e naturalmente al Lincoln Center di New York. Certo nelle capitali è facile trovare varietà di teatri ed esibizioni, meno scontato è trovarli in un piccola città di provincia. Piacenza però non vuole rinunciare alla possibilità di diverse rappresentazioni, così si è munita di un certo numero di teatri a testimonianza della sua vivacità in tale ambito.

Dopo avervi già fatto scoprire Teatro Serra, il più particolare della provincia, vogliamo pertanto andare insieme a voi in alcuni dei teatri cittadini per diversi tipi di spettacoli e, visto che i nuoker non disdegnano nemmeno una serata in compagnia davanti ad un cocktail spilluzzicando qualcosa, dopo andremo alla ricerca del perfetto dopo spettacolo.

teatro_municipale_piacenza

1. Teatro Municipale

Iniziamo dal Teatro Municipale, il più grande della città con i suoi mille e più posti. Il progetto fu commissionato a Lotario Tomba da un gruppo di nobili piacentini e l’inaugurazione avvenne nel 1804 con la rappresentazione di un dramma composto per l’occasione da Giovanni Simone Mayr. Qui vanno in scena opere liriche, balletti, opere di prosa, nonché concerti, il teatro infatti è sede dell’Orchestra “Luigi Cherubini” fondata da Riccardo Muti.

Superata la biglietteria entriamo nel foyer: porte a vetri e specchi, decorazione pittorica e a stucchi, pavimento alla veneziana… non si può che usare l’aggettivo sfarzoso per descriverlo. Ma non è da meno la sala, con stucchi dorati, affreschi sulla volta e sipario di velluto amaranto; inoltre la sua forma ellittica, che trasforma la cavea in una perfetta cassa armonica, garantisce visione e ascolto eccellenti. Seduti in platea o in uno dei palchi e persino dal loggione non potrete che rimanere stupiti di fronte a questa meravigliosa sala.

teatromunicipale

Dopo teatro, se si ha un certo languorino o voglia di bere un cocktail ripensando a quanto appena visto, basta attraversare la bella piazza dove si trova il teatro e dirigersi verso la cattedrale: sulla strada si incontra la Bottiglieria del Duomo. Pareti gialle con manifesti di vecchie campagne pubblicitarie, scaffali colmi di bottiglie, tavoli di legno. Birra, vino, distillati, piccola cucina… il perfetto dopospettacolo è servito!

Bottiglieria_duomo_piacenza

2. Teatro dei Filodrammatici

Se amate la prosa e la danza contemporanea o avete figli piccoli, nipotini o cuginetti a cui volete far scoprire la magia unica del teatro dovete invece recarvi al Teatro dei Filodrammatici. Questo bel teatro all’italiana è stato costruito a inizio ‘900 adattando a tale scopo quella che era la chiesa del complesso monastico di Santa Franca. Lo stile Liberty ha influenzato tutto il progetto: all’esterno troviamo infatti ripetuto il motivo decorativo ad ali di farfalla, l’uso di ferro battuto, lampioncini con coda a serpentina. All’interno a caratterizzare la platea con loggiato ed il palcoscenico vi sono motivi floreali.

IMG_2525

Qui troviamo la sede di Teatro Gioco Vita – teatro stabile d’innovazione. Esso si occupa non solo della direzione artistica e organizzativa della stagione di prosa del Teatro Municipale, ma anche di allestire laboratori e progetti di formazione e informazione teatrale rivolte in particolare alle scuole e negli ultimi anni anche di organizzare rassegne di teatro contemporaneo presso il Teatro dei Filodrammatici e altre sedi. Ciò che però lo ha reso famoso a livello internazionale sono le produzioni teatrali di teatro d’ombre e di teatro ragazzi. La sua attività coniuga così perfettamente tradizione e continua innovazione.

IMG_2092

Usciti dal Teatro dei Filodrammatici potrete trovare un ottimo posto per continuare la vostra serata proprio davanti a voi, al Dubliner’s Irish Pub: birre, vini, liquori, buon cibo non mancano, spesso poi troverete musica dal vivo, un vero pub irlandese.

irish pub

3. Teatro Gioia

Teatro Gioco Vita ha in locazione però anche un altro spazio recuperato dal patrimonio immobiliare religioso e adattato alla scena teatrale: Teatro Gioia. La sua storia è stata caratterizzata da una continua alternanza tra spazio sacro e luogo per rappresentazioni: nata come chiesa privata, poi convertito in teatro d’intrattenimento già a inizio ‘800, è stata riconsacrata dai Gesuiti per diviene infine proprietà di una fondazione che l’ha ripensata nuovamente come spazio teatrale e laboratoriale. Un vero gioiello per piccoli concerti, proiezioni, laboratori teatrali.

Per continuare la serata basterà recarsi al Bitter Gastropub: tavoli in legno, pareti bianche, foto in bianco e nero, e scritta a grandi lettere la definizione di gastropub a evidenziare l’alta qualità del cibo che si serve.

piacenza

4. Teatro San Matteo

Se infine cercate i generi teatrali più diversi il vostro teatro è il San Matteo: sul suo palco si alternano spettacoli di improvvisazione teatrale, in lingua inglese, nonché spettacoli amatoriali. Anche questo palcoscenico è nato dal recupero di una ex chiesa, di cui mantiene ancora in parte la struttura. La platea, di circa 200 posti, è stata ricavata nella navata centrale; in quelle che erano le navate laterali sono invece stati allestiti piccoli salottini in cui sostare prima o dopo lo spettacolo.

teatro_sanmatteo

A pochi passi troverete la Taverna del gusto, enoteca con annessa bottega, dove gustare un buon bicchiere di vino da abbinare con formaggi o salumi della zona commentando lo spettacolo della serata.

, ,