peris

Coolture

Il cimitero del Père Lachaise a Parigi tra storia e natura

03 maggio 2017

Alcuni luoghi hanno un fascino strano, difficile da rendere a parole.  È questo il caso del Cimitero monumentale del Père Lachaise a Parigi. Luogo di sepoltura, ma anche spazio verde ricco di spiritualità, storia e bellezza.

viale_pere_lachaise_parigi

Non è la prima volta che Nuok vi consiglia di visitare un cimitero. Vi avevamo già raccontato, solo per citarne alcuni, del cimitero di Vyšehrad a Praga, del cimitero monumentale di Milano e del Verano a Roma. Questa è quindi una tappa di un viaggio iniziato in altre città…

scorcio_cimitero_pere_lachaise_parigi

Il Père Lachaise è situato nel XX arrondissement di Parigi, zona che comprende quartieri poco turistici, ma dal fascino multietnico come Belleville. Arrivare al cimitero monumentale è abbastanza semplice. Numerose sono le entrate: la principale si trova su Boulevard de Ménilmontant. A seconda della stagione e del giorno in cui vi trovate a Parigi, controllate qui gli orari del Père Lachaise in quanto cambiano spesso. A ogni entrata troverete un cartello con la mappa del cimitero, studiatela, decidete il percorso migliore per visitare le sepolture che vi interessano, ma sappiate che vi perderete di sicuro. Il bello del Père Lachaise sta anche in questo: cercare per lunghi minuti una tomba che secondo la mappa dovrebbe essere lì, ma lì non c’è.

fioritura_pere_lachaise_parigi

Inaugurato nel 1804 da Napoleone I il cimitero monumentale del Père Lachaise si estende su 44 ettari e conta oggi circa 69 000 sepolture. Deve il suo nome al confessore di Luigi XIV François d’Aix de La Chaise, detto Père La Chaise, che soggiornò in questo luogo quando, prima di diventare cimitero, era un luogo di riposo e convalescenza di proprietà dei Gesuiti. Se siete interessati a una visita guidata, qui troverete tutte le informazioni tecniche. Condizione necessaria avere una conoscenza (minima) del francese.

tomba_edith_piaf_parigi

Al cimitero monumentale del Père Lachaise sono sepolte persone di religioni diverse, vissute e morte in epoche lontane o vicine, conosciute o semplice gente comune. C’è da ricordare che il Père Lachaise è ancora oggi luogo di sepoltura dunque rispetto ed educazione sono d’obbligo durante la visita. Le personalità note che riposano al Père Lachaise sono numerose, visitare tutte le loro tombe durante un’unica visita è impossibile. Frédéric Chopin, Honoré de Balzac, Jean de La Fontaine, Michel Petrucciani, Edith Piaf, Marcel Proust, Gertrude Stein: la lista è solo all’inizio.

vista_tomba_abelardoeloisa_parigi

Corrado Augias ne I segreti di Parigi ci racconta le storie di alcune delle persone sepolte al Père Lachaise. Molto interessante, e forse un po’ dimenticata, è quella dell’amore fra Abelardo ed Eloisa, vissuti nel XII secolo. Augias nel capitolo dal titolo “Meglio amante che moglie” narra come il loro amore sia stato travagliato anche dopo la loro morte. Abelardo ed Eloisa infatti riposano assieme nella bella tomba monumentale del Père Lachaise solo dal 1845. Per scoprire dove sono stati prima di questa data… buona lettura!

sepolcro_modigliani_parigi

Altra vita raccontata in maniera appassionata sempre da Augias  è quella di Amedeo Modigliani. L’artista, soprannominato “il cigno di Livorno”, si trasferisce a Parigi nel 1906 e qui morirà, nel 1920, di meningite tubercolare. Modigliani è sepolto al Père Lachaise assieme alla compagna Jeanne Hébuterne. Non è raro vedere un ragazzo, generalmente sui trent’anni, raccogliersi sulla loro tomba che reca due iscrizioni: “Morte lo colse quando giunse alla gloria” per lui e “Compagna devota fino all’estremo sacrifizio” per lei.

incisione_tomba_modiglini_parigi

Due sono le tombe che vengono letteralmente assalite dai turisti: quella di Jim Morrison e quella di Oscar Wilde. Entrambi artisti sono morti a Parigi e sono sepolti al Père Lachaise. Il sepolcro del musicista americano è attualmente protetto da transenne per evitarne la distruzione. L’effetto è abbastanza triste: una piccola tomba all’apparenza anonima, circondata da altre tombe altrettanto anonime, su cui si mescolano fiori, foto e bottiglie di birra mezze vuote. Le barriere hanno diminuito gli atti di vandalismo sulla tomba e, se arrivate all’orario giusto, poco prima dell’apertura, riuscirete a raccogliervi in silenzio e indisturbati sulla tomba di Jim Morrison.

scorcio_tomba_jimmorrison_parigi

Analoga sorte è toccata alla tomba del poeta irlandese Oscar Wilde, ma qui la protezione installata è definitiva. Il sepolcro è opera dello scultore Epstein e raffigura un angelo moderno con lunghe ali. L’epitaffio è un verso de “La ballata del carcere di Reading“:  “And alien tears will fill for him Pity’s long-broken urn, For his mourners will be outcast men, And outcasts always mourn.” Il vetro installato nel 2011 che protegge il sepolcro si è reso necessario in quanto gli stampi di rossetto dovuti ai baci lasciati dalle ammiratrici di Wilde minacciavano la stabilità della struttura. Il vetro non intacca la bellezza dell’opera di Epstein e fermarsi vicino alla tomba di Wilde ricordando i suoi scritti è un’esperienza emozionante per tutti i lettori delle sue opere.

sepolcro_oscar_wilde_parigi

Percorrere in lungo e in largo il cimitero del Père Lachaise affatica anche i più allenati e, dopo qualche ora, si sente il bisogno di una pausa. Noi di Nuok vi consigliamo di farla al Café d’Albert. Uscite dal Père Lachaise dalla Porte du Repos, percorrete l’omonima rue du Repos fino al suo incrocio con boulevard de la Charonne. Tenetevi sulla destra e dopo pochi minuti scorgerete il Cafè Albert. Questo caffé è aperto a qualsiasi ora del giorno e della notte, potete quindi pranzare, fare aperitivo o gustare il loro brunch il weekend. Piccola nota: se decidete di prendere uno dei menù proposti per colazione ricordatevi che il cappuccino non è compreso nelle formule menu, optate piuttosto per un caffè espresso o una cioccolata calda.

piramide_pere_lachaise_parigi

Con una pausa cibo, terminiamo questa pagina alla scoperta del cimitero monumentale del Père Lachaise a Parigi, dove davvero storia e natura s’incontrano per non lasciarsi mai.

natura_pere_lachaise_parigi

E dove esistono i fiori blu, visitare per credere.

, , , , , , , , , , ,