onolulu

Go Green

Nelle piantagioni di ananas di Honolulu

16 febbraio 2017

Noi italiani siamo abituati ai vigneti. E ai campi di pomodori, ai meleti, agli aranceti, persino alle limonaie. Sulla nostra penisola si coltiva un po’ di tutto, ma la frutta tropicale… bè, quella ci manca! Per noi di Nuok è stata davvero una novità trovarci in una gigantesca piantagione di Ananas! Honolulu, insieme a Lanai (una minuscola isola dell’arcipelago hawaiiano) è anche conosciuta come Pineapple Island perchè vi si trovano immense coltivazioni del delizioso frutto giallo che, tra l’altro, è totalmente local: ovvero uno di quei pochissimi prodotti che vengono seminati e coltivati (e in buona parte consumati) sull’isola. Anche se non è originario di questo angolo di Pacifico, l’ananas è parte della storia hawaiiana da molto tempo (si pensa che vi sia stato introdotto per la prima volta nel 1527). La Dole Plantation così come la vediamo oggi è nata negli anni ’50 ed è un posto quasi surreale: distese di coltivazioni a perdita d’occhio.

Piantagioni_Ananas_Honolulu

Per darvi idea della dimensione del tutto, vi diremo che si può guidare ad una velocità media per una ventina di minuti e vedere nient’altro che ananas, solo ananas, di ogni misura e qualità, alcuni minuscoli, altri giganteschi e profumati pronti per essere raccolti. Chi di voi sapeva che questi amatissimi frutti crescono su dei piccolissimi cespugli alti 50 centimetri da terra… alzi la mano! È stata una sorpresa anche per noi, ma è proprio così: maturano annidati in delle piante sulle quali paiono essere stati appoggiati.

Ananas_Honolulu

Ma il Signor Dole, arrivato ad Honolulu nel 1899, non si limitò a comprare 50 acri di terra e a piantare cespuglietti. Con il passare dei decenni, in vero American Style, l’azienda si è ingrandita e attraverso un ottimo utilizzo del marketing ha costruito uno dei più grandi e redditizi business dell’intero stato. Dal 1989 la sede in Kamehameha Highway, a nord della capitale, è un turistic point visitato ogni anno da 1 milione di persone.

Dole_plantation_Honolulu

La sede è un grosso edificio trasformato in gift shop da dove partono diversi percorsi guidati. Si può salire a bordo di un trenino rosso e giallo stile Gardaland (che non ci fa impazzire, ma per stavolta faremo questo sacrificio!) e imbarcarsi in un tour di una mezz’ora dove è possibile visitare la piantagione.

Trenino_Dole_Plantation_Honolulu

Ci si può anche armare di audio guida e passeggiare in un bel giardino botanico o, se siete in vena di vivere un’esperienza da vero turista, potete perdervi nel labirinto più grande del mondo. Lungo circa 1 miglio e mezzo è entrato nel Guinnes dei Primati nel 2001. Se riuscirete a trovarne il centro vi aspetta una stupenda siepe tagliata (naturalmente) a forma di ananas! Una volta ritornati dal tour, si può passare una buona oretta all’interno del gift shop dove troverete qualsiasi (e intendiamo davvero qualsiasi) cosa a tema pineapple. C’è veramente di tutto: dalle saponette ai lucidalabbra, dalle salviette alle borsette.

Merchandize_Dole_Plantation_Honolulu

Dai biscotti alle creme solari, fino alle classiche magliette…la quantità di oggetti offerti è inimmaginabile. Il nostro angolo preferito però è quello del ristoro: oltre al classico ristorantino qui si sono inventati il gelato soft all’ananas fresco,che va a ruba (nonostante il prezzo: 6 dollari per un cono piccolo!).

Gelato_ananas_Honolulu

All’interno del quartier generale Dole si organizzano anche delle attività. La più popolare è un breve show che si svolge ogni ora e dove viene spiegato qualche trucchetto del mestiere: come riconoscere un “esemplare” davvero buono da uno di scarsa qualità, come capire il giusto grado di maturazione (in base al profumo e al colore)… vengono inoltre mostrati diversi tipi di coltelli adatti allo scopo (disponibili in vendita) e varie tecniche per tagliare il frutto e servirlo durante una cena o un evento. Alla fine della dimostrazione vi attenderà il momento più atteso: l’assaggio.

Pineapple_Demonstration_Honolulu

Quando avrete mangiato un ananas di Honolulu, non potrete più essere soddisfatti di qualunque altro troviate nel mondo (o comunque, di quelli che vendono in Italia!) sempre dolcissimi e maturi al punto giusto.. quello del tasting è un momento quasi mistico che vi “costringerà” automaticamente a comprare succosi frutti gialli per tutto il resto della vacanza!

Ananas_Assaggio_Honolulu

Che vogliate fermarvi per un’intera mattinata approfittando dei tour, o che ci passiate soltanto per una quindicina di minuti, se vi trovate ad Honolulu uno stop qui è d’obbligo. Non solo è una visita divertente, ma non vi capiterà spesso di ritrovarvi in una piantagione tanto grande e ben amministrata. Certamente quella della Dole è la classica storia dell’impresa americana che ha fatto fortuna sapendo trasformare un buon business in un enorme successo. Infine una piccola curiosità per gli sportivi: ogni anno intorno a maggio viene organizzata la Pineapple Run, una maratona che si snoda tra gli meravigliosi scenari delle piantagioni. Se siete appassionati di corsa non potete perdervela. Non importa arrivare sul podio, perchè chiunque passi la linea del traguardo riceverà come premio un succulento e freschissimo ananas!

, , , , , , , ,