nuok

Wish Bag

Rizzoli Bookstore: la libreria di Falling in Love

29 agosto 2012

Siete alla disperata ricerca di un best-seller in lingua italiana o di una copia della Gazzetta? Chi ha detto che a New York tutto è possibile, aveva ragione. Dopo le piccole librerie dell’Upper East, noi di Nuok oggi vi porteremo alla Rizzoli di Manhattan.

Da quando ha aperto i battenti nel lontano 1964, la Libreria Rizzoli è diventata in città il punto di riferimento per tutti gli appassionati d’arte, architettura e design, che possono scovare, tra gli scaffali per nulla polverosi del bookstore, una vastissima serie di volumi illustrati, periodici patinati e pezzi da collezione.

Siamo al 31West, all’altezza della 57th street, tra 5th e 6th avenue, in una storica town house a pochi passi da Central Park e dalle strade tradizionalmente deputate allo shopping. E’ qui che nel 1985 il bellissimo store, originariamente situato al 712 di Fifth Avenue, si trasferisce riuscendo a mantenere intatta l’elegante e ricercata atmosfera di sempre. La stessa che ha ispirato numerosi registi e fatto da sfondo a scene memorabili della storia del cinema.

Chi non ricorda l’accidentato incontro-scontro tra Robert De Niro e Meryl Streep in Falling in Love? Nel celebre film del 1984, galeotti furono i libri di storia e cucina. Dal colpo di fulmine al riavvicinamento finale, ogni fotogramma è pervaso dalla magia e dalla raffinata opulenza degli arredi rimasti immutati, nonostante i traslochi, fino ad oggi.

Una volta al di là della pesante porta in vetro, potrete lasciarvi alle spalle il chiasso della Grande Mela. Fatevi  trasportare, su note di musica classica, alla ricerca di una rivista scientifica o di un ricettario da regalare alla mamma. Sviluppato su tre livelli, il negozio raccoglie al primo piano album di cucina, guide turistiche, l’edicola con periodici italiani e una buona selezione di riviste e pubblicazioni di moda.

Attraverso una rampa di scale in stile classico si accede al secondo piano, dedicato quasi completamente all’architettura e alle arti visive. Una preziosa balconata in legno scuro vi condurrà tra i colmi scaffali fino alla grande vetrata che affaccia sulla strada.

Rifatevi gli occhi e perdete pure un po’ del vostro tempo a sfogliare i pregevoli volumi illustrati dedicati a Dalì, Andy Warhol e ai più importanti nomi della fotografia. Sarete rapiti dalla ricchezza dei colori e delle stampe. Di certo vorrete portarvi a casa molto più di quello che i limiti di peso del vostro bagaglio possono consentirvi.

Giunti al terzo piano, vi consigliamo di dare un’occhiata ai tanti libri messi in saldo, tra i quali spunta sempre una buona occasione.  Vi è anche un piccolo reparto dedicato alla musica con cd delle più famose arie liriche, i best of della canzone melodica partenopea, del jazz e del fado portoghese.

Tra cartoline vintage, carta da regalo e agende, non manca neanche l’area dedicata ai più piccoli, con le fiabe e i racconti più belli della letteratura, da Esopo a Rodari. Punto forte della libreria è la fornita selezione di narrativa in italiano.

Autori nostrani e grandi classici tradotti attirano ogni giorno, oltre ai turisti in visita dal bel paese, numerosi newyorkesi cultori della lingua di Dante. A disposizione di questi ultimi anche grammatiche e dizionari per migliorare ed accrescere la padronanza dell’italiano.

Se siete stati tutto il giorno in giro e volete ritagliarvi un’ora di pace, lontani dal caos della città più incredibile del mondo, ma allo stesso tempo far parte di un piccolo e meraviglioso pezzo della sua storia, qui sarete nel posto giusto. Date una sbirciata agli orari e memorizzate l’indirizzo…

Chi può saperlo… Magari, tra letture impegnate ed edizioni imperdibili, capiterà anche a voi di incontrare l’anima gemella.

, , , ,