nuok

Buona estate nelle più belle Sitis del mondo!

30 luglio 2012

Ormai lo sapete bene. Nuok è un magazine online che si occupa di viaggio, cibo, arte, cultura, chiavi usb nei muri, prati fatti crescere dentro gli appartamenti e palazzi restaurati con i mattoncini lego. Dove? In giro per il mondo. Chi scrive per questo magazine si chiama “nuoker”, e ha le seguenti caratteristiche: giovane, curioso, ironico, viaggiatore e italiano. I nuokers esplorano le città dei cinque continenti, a cominciare da New York, e le raccontano al pubblico italiano.

Per l’estate abbiamo pensato di pubblicare un ebook da regalare ai nostri lettori: un pdf da scaricare gratuitamente, nel quale i redattori – di oggi e di ieri – consigliano il meglio delle città in cui vivono, secondo le categorie del magazine.

Mentre preparavamo la nostra pubblicazione, è avvenuto il terremoto in Emilia, e anche noi – come il resto degli italiani – ci siamo chiesti cosa potevamo fare. E ci siamo risposti che forse l’ebook poteva essere un mezzo per dare una mano. Ne abbiamo parlato con Samantha, nostra redattrice storica che vive a Finale Emilia, uno degli epicentri delle scosse, e su suo suggerimento abbiamo deciso di fornire sull’ebook il conto corrente del suo Comune, chiedendo ai nostri lettori – a voi – di dare un contributo. Siamo fiduciosi che sarete in tanti a raccogliere il nostro invito. Per scaricare il nostro ebook gratuito vi basterà cliccare qui sotto. Se avete problemi tecnici, mandateci una mail a touch@nuok.it – saremo lieti di aiutarvi.

Grazie di cuore.
Nuok Team

Scarica gratuitamente la tua copia
Nuok Loves Summer 2012!

Quando la terra ha tremato alle 4:03 e 53 secondi il 20 maggio scorso, abbiamo perso ogni punto di riferimento. Il terremoto ci ha colto nel sonno, inermi e spaventati, impreparati ad affrontare un evento di questa portata.

Oltre alle perdite umane, che aumentavano con il ripetersi delle scosse più forti del 29 maggio e 3 giugno successivi, molti di noi hanno perso casa, lavoro e i riferimenti storici che incarnano da sempre l’identità dei posti in cui siamo cresciuti.

Non sappiamo per quanto tempo la terra continuerà a tremare e non sappiamo quanto di quello che abbiamo perduto potrà essere recuperato. Quello che sappiamo, però, è che dobbiamo fare tesoro delle esperienze di chi attraverso questa tragedia ci è passato prima di noi, e non lasciare che si commettano gli stessi errori.

Ad oggi, i comuni colpiti dal sisma non hanno ricevuto nessuno degli aiuti promessi dallo stato, e stanno affrontando la messa in sicurezza del paese e gli aiuti agli sfollati grazie al denaro nelle loro casse e alla solidarietà delle persone che si danno da fare per raccogliere beni di prima necessità. Persone come me, come voi.

E allora sono qui per chiedervi un contributo diretto ai comuni colpiti, tra i quali il mio, Finale Emilia, per far sì che le risorse per la ricostruzione arrivino direttamente dove sono necessarie senza intermediari. Perché noi ‘teniamo botta’, e vogliamo ricostruire. Bastano anche solo 10 euro, un piccolo contributo che può aiutare Finale Emilia a rialzarsi, a ricostruire quello che è crollato dentro e fuori di noi.

Bonifico Bancario
IBAN IT82E0611566750000000133314
SWIFT:
CRCEIT2C
Causale: emergenza terremoto Emilia Romagna

Un abbraccio e tanta gratitudine,
Samantha