genev

By Night

Cocktail d’autore per una serata a Ginevra

11 dicembre 2016

Una gestione giovane, un arredamento decisamente originale e una calorosa accoglienza sono gli elementi caratteristici dell’Atelier Cocktail Club, uno dei posti migliori per un drink a Ginevra. Che sia per una uscita di coppia o con un gruppo di amici, questo locale è il luogo perfetto per bere, mangiare e parlare senza spendere una fortuna, a differenza di ciò che accade spesso in altri pub della città.

Si trova sulla Rive Gauche, nel quartiere di Eaux-Vives, dove potete trovare anche un’ottima pizza, e stesso quartiere del Boréal Coffee Shop. Il locale è situato precisamente in Rue Henri-Blanvalet, la via dedicata alla vita notturna ginevrina. Qui ci sono molti locali che si susseguono uno dopo l’altro, più o meno glamorous. Ma L’Atelier Cocktail Club, secondo noi, ha più personalità e i migliori drink della zona.

img_9211

Partiamo dall’accoglienza, che abbiamo trovato calorosa sia per l’ambiente sia per lo staff allegro, gentile e sorridente. Una volta al tavolo viene offerto un bicchiere di acqua fresca con una fettina di cetriolo, un gesto semplice ma molto apprezzato dagli avventori. Proseguiamo con il menu, che ci ha particolarmente colpiti per il contenuto e la grafica. È stato scelto un formato decisamente originale, quello di un giornale a cui hanno dato il titolo di La Gazzette. Alcune pubblicità e fumetti degli anni Cinquanta, personaggi di film o di quadri famosi contornano le descrizioni dettagliate, e un po’ romanzate, dei meravigliosi cocktail qui realizzati.

img_9166

Il menu comprende numerosi classici mix nonché creazioni più fantasiose, principalmente a base di gin, rum, vodka e tequila. Tra queste, menzione speciale va al Passion of Rum, un rum speziato miscelato con frutto della passione e vaniglia. Una nota agrumata è data da lime e arancia, il tutto servito con molto ghiaccio. Per gli amanti del mojito suggeriamo di provare Ernesto, una versione rivisitata e deliziosa. È creata con l’Havana club invecchiato di 3 anni, pompelmo fresco, basilico e zucchero ed è dedicata agli uomini che hanno reso celebre Cuba.

img_9173

Per chi invece preferisce cocktail più leggeri, consigliamo il Basilicus Fraisus Martinus, un mix di vodka alla fragola, basilico e mirtillo servito in coppa. Se siete molto esigenti e non trovate nulla che vi stuzzichi nella lista, potete chiedere ai talentuosi barman di realizzare qualcosa di ancor più originale appositamente per voi.

img_9176

Anche se i cocktail la fanno da padrone, non dimenticate di assaggiare le tapas e le altre gustose proposte in menu, realizzate con prodotti selezionati. Troverete dal classico tagliere di salumi o formaggi, alla salsa guacamole fino alla selezione di hamburger serviti con patatine fritte. Molto spesso si trovano dei piatti fuori menu, come ad esempio la selezione di bruschette di pane ai cereali con salmone su salsa al formaggio ed erbe, oppure crema di foie gras con semi di melograno o, ancora, pomodoro fresco e bocconcini di mozzarella.

img_9183

Le sale di questo locale sono tre, tutte arredate in stile shabby chic, addolcite da colori caldi e luci soffuse che rendono l’ambiente molto accogliente. Abbiamo trovato diversi elementi vintage non solo riciclati ma reinventati nel loro uso, come ad esempio le abat-jour appese al contrario al soffitto o i barattoli di vetro utilizzati come paralume.

img_9193

L’atmosfera è ancora più gradevole grazie alla musica soul, pop e lounge diffusa nel locale. Il volume non è mai troppo alto per cui si riesce a parlare tranquillamente. Anche per questo motivo il locale è perfetto per una pausa aperitivo dopo il lavoro o per degli incontri serali. Alcune volte vengono organizzate serate di musica dal vivo o a tema.

img_9190

Prima di lasciare il locale, se volete premiare lo staff con una mancia, potete usare l’antico telefono a gettoni che trovate nella prima sala, altro elemento di arredo riciclato e destinato ad un nuovo uso davvero originale.

img_9201

L’Atelier Cocktail Club è uno dei luoghi più animati di Ginevra specialmente nel weekend, dove per gruppi più numerosi di 4 persone è a volte difficile trovare posto senza prenotazione. D’estate ci sono tavolini anche all’aperto, proprio lungo Rue Henri-Blanvalet, che animano le notti del quartiere e che rendono più viva la zona.

, , , , ,