Cos’è Nuok?

Nuok è un magazine online di viaggio, arte, cibo, chiavi usb nei muri e cultura.

La storia di Nuok in 27 parole

Spinta dall’amore per uno scrittore squattrinato che studia cinema con James Franco, una giovane e brillante digital strategist si trasferisce a NYC e apre un blog.

La storia di Nuok in 72 parole

Un piccolo blog personale, nato per raccontare New York agli italiani, raccoglie presto consensi e collaboratori e in pochi mesi diventa un magazine online. La redazione virtuale si allarga a dismisura e nuove città spuntano come funghi qui e là sul mappamondo, anche in Italia. Oggi Nuok è un gruppo di urban reporter che ti prende per mano e ti fa scoprire luoghi sconosciuti, che credevi di conoscere, o che sognavi solamente.

Da dove viene il nome Nuok?

Nuok è “New York” pronunciata da un bambino che ha appena iniziato a parlare. Di quel bambino cerchiamo di conservare il sorriso, la curiosità verso il mondo, la voglia di giocare e l’incapacità di prendersi sul serio.

Perché il dominio .it?

Era la scelta più logica e coerente: Nuok racconta New York e le altre città del mondo in italiano, e attraverso gli occhi dei creativi italiani che le vivono. E poi il dominio .com era già occupato e farselo rivendere costava milioni di pound.

Com’è fatto il mondo di Nuok?

Il mondo di Nuok è composto di città chiamate Sitis. Quando i nostri lettori ci chiedono di parlare di una città in particolare, e troviamo qualcuno che è bravo a farlo, allora chiamiamo il bambino di prima e gli chiediamo di pronunciare il nome di quella Siti. E’ così che sono nate Pizburg, Lannon, Melburn, Borlin, Rroma e tutte le altre Sitis del nostro network.

Quanto guadagna Nuok?

Niente. L’intera redazione di Nuok lavora gratuitamente, e lo fa perché ne ha voglia e crede nel progetto. In due anni abbiamo avuto modestissimi ricavi pubblicitari, che ci hanno permesso a malapena di coprire le spese di mantenimento del sito e l’acquisto dei nostri fighissimi biglietti da visita. Non ci avanzano neanche gli spicci per comprare una bottiglia di birra fatta a Brooklyn e affogare le nostre pene nell’alcool.

Vorreste guadagnare con Nuok?

Sì. Trasformare Nuok in un lavoro sarebbe fantastico. Allo stesso tempo, non vogliamo snaturare il nostro progetto, per cui siamo realisti e abbiamo molti dubbi che ciò possa succedere davvero. Sintetizzando si potrebbe dire che lasciamo la porta aperta a un imprenditore di genio che sia serio, comprenda il potenziale del nostro progetto, e intenda finanziarci per migliorarlo. Se quell’imprenditore esiste, e sei tu, scrivici: ti prenderemo in considerazione.

Accettate pubblicità?

Accettiamo inserzioni sui nostri banner, ma solo da clienti che siano legati ai nostri contenuti e che abbiano una certa riconoscibilità: al pub sotto casa o all’agenzia di scommesse preferiamo il vecchio caro google adsense. Se in un nostro pezzo leggete qualcosa di positivo su una persona, un’azienda o un’iniziativa, vuol dire che è quello che pensiamo.

E che cosa ne pensate dei blog tour e dei viaggi stampa?

Ci piacciono molto. Aspettiamo i vostri inviti, purché seri e in linea con il nostro magazine. Ma attenzione, diremo solo la verità ai nostri lettori. Questo è il primo che abbiamo fatto, e ci ha rubato un pezzo di cuore.

Come si diventa urban reporter?

Nuok ha una call permanente per selezionare nuovi urban reporter. Si tratta di un programma che dura 3 mesi: 90 giorni nel corso dei quali sarete chiamati a scrivere 9 articoli sulla Siti in cui vivete o su quella che conoscete meglio, in Italia o nel resto del mondo. La trovate qui.

Al di là del Nuok Program, ci sono altri modi per collaborare con Nuok?

Nuok ha una sezione dedicata alla fotografia. Ogni mese proponiamo un nuovo fotografo, a cui chiediamo una serie di scatti che abbiano due caratteristiche: essere ambientati in una delle nostre Sitis, ed essere omogenei nello stile. Siamo aperti ad altre collaborazioni, in campi diversi dalla scrittura o dalla fotografia, ma a un patto: dovete farci una proposta concreta, attinente ai nostri contenuti, e pensata esclusivamente per Nuok. Se avete un’idea ispirata a Nuok, o che vi sembra perfetta per Nuok, e sapete anche come realizzarla, scriveteci. A scanso di equivoci, una email con il messaggio “Sono un ingegnere biochimico ma sogno da sempre di fare un film a New York con riprese fighissime dall’elicottero come quelle che si vedono in CSI, però non ho mai preso in mano una videocamera, ma imparo in fretta – a proposito, per il visto ve la vedete voi, no? – e comunque vi allego il mio cv…” non è esattamente quello che intendiamo. Anche mandarci un’autocandidatura per un’intervista (succede più spesso di quello che pensiate) è lontano dalla nostra idea di collaborazione. Questo, invece, è un perfetto esempio di ciò che abbiamo in mente.

Nuok ha vinto dei premi?

Sì, sia italiani che internazionali.

Esiste un’app di Nuok?

No, ma il nostro nuovo sito ha una bellissima versione mobile.

Siete presenti sui social media?

Certo, e se no Zuckerberg chi lo sente! Oltre alla pagina facebook di Nuok, con oltre 28.000 iscritti. E sì, facciamo foto e cinguettiamo pure.

Un’ultima domanda: ma Nuok, alla fine, in qualche modo, aumma aumma, sotto sotto, piano piano, stringi stringi… Una green card, me la procura?

Per il 2016 abbiamo in preventivo l’acquisto di un ingente numero di bigliettini da visita, e un decimo di questi saranno verdi. Un decimo di questo decimo verrà distribuito ai lettori di Nuok attraverso i nostri fantastici giveway. Se sarai bravo e fortunato, magari vincerai una delle nostre esclusivissime green business card.