Cos’è (stato) Nuok?

Nuok è stato un magazine online di viaggio, arte, cibo, chiavi usb nei muri e cultura.

La storia di Nuok in 27 parole

Spinta dall’amore per uno scrittore squattrinato che studia cinema con James Franco, una giovane e brillante digital strategist si trasferisce a NYC e apre un blog.

La storia di Nuok in 72 parole

Un piccolo blog personale, nato per raccontare New York agli italiani, raccoglie presto consensi e collaboratori e in pochi mesi diventa un magazine online. La redazione virtuale si allarga a dismisura e nuove città spuntano come funghi qui e là sul mappamondo, anche in Italia. Nuok è stato un gruppo di urban reporter che ti prendeva per mano e ti faceva scoprire luoghi sconosciuti, che credevi di conoscere, o che sognavi solamente.

Da dove viene il nome Nuok?

Nuok è “New York” pronunciata da un bambino che ha appena iniziato a parlare. Di quel bambino cerchiamo di conservare il sorriso, la curiosità verso il mondo, la voglia di giocare e l’incapacità di prendersi sul serio.

Com’era fatto il mondo di Nuok?

Il mondo di Nuok era composto di città chiamate Sitis. Quando i nostri lettori ci chiedevano di parlare di una città in particolare, e trovavamo qualcuno bravo a farlo, allora chiamavamo il bambino di prima e gli chiedevamo di pronunciare il nome di quella Siti. È così che sono nate Pizburg, Lannon, Melburn, Borlin, Rroma e tutte le altre Sitis del nostro network.