ccataniah

By Night

Ecco dove bere un buon cocktail a Catania

17 giugno 2015

Quanti di voi hanno trascorso l’adolescenza immaginando di volteggiare spavaldi davanti al grande bancone in mogano di un bar con luci soffuse, sorseggiando drink che avrebbero potuto servirvi solo dopo il raggiungimento della maggiore età? Sulla scia di eroi cinematografici che sognavamo di imitare facendo tintinnare i cubetti di ghiaccio dentro il tè alla pesca, abbiamo capito che se Audrey Epburn in colazione da Tiffany sorseggia planter’s punch rimanendo perfettamente pettinata e James Bond non sbaglia un colpo neanche dopo un paio di vodka martini, o Natalie Portman non rinuncia al bloody mary neanche sul treno per Darjeeling, i comuni mortali hanno possibilità alquanto remote di riuscire a mantenere gli stessi livelli di compostezza. E probabilmente siamo tutti passati dai bicchieri di plastica pieni di ghiaccio e alcolici color arcobaleno e gusto frutta, dai mal di testa e dagli sproloqui imbarazzanti. Ma adesso che molti di noi ha da un pezzo compiuto 18 anni e imparato che gli abusi e la bassa qualità di ciò che si beve, non può che allontanare irrimediabilmente dal fascino di Humphrey Bogart, possiamo dirci pronti per suggerirvi i due posti di Catania in cui bere meglio e godersi una bella atmosfera.

gin tonic

.

Razmataz

Il nome di questo adorabile luogo è una citazione all’undicesimo album del cantautore piemontese Paolo Conte. Raggiungibile a piedi con estrema facilità, il cuore di questo locale pulsa sulla strada. Uno spazio pedonale a sorpresa dietro l’angolo del caos cittadino.

razmataz catania

Sotto le fronde di un grande albero sempreverde, fra il lastricato lavico e l’asfalto, ci sono i tavoli in legno scuro e gli ombrelloni rossi del Razmataz. Aperto da mattina a sera, è perfetto per un aperitivo prima di pranzo (o perché no, un pranzo) per un bicchiere di vino a metà pomeriggio o per il più classico aperitivo serale.

razmataz aperitivo

La selezione di vini è attenta e curata, e (fatto non comune) potrete gustare al calice l’ottimo Occhipinti, prodotto dalla giovane vignaiola che con il suo lavoro e la sua determinazione, ha ispirato molti giovani produttori dell’isola. Lo stesso vale per le birre artigianali in bottiglia: pochi nomi, ma senz’altro giusti. Di sicuro, se andate al Razmataz, non potete ignorare i gin. Ben 43 i selezionati fra i migliori da tutto il mondo. Ci sono i classici intramontabili, gli affumicati, gli aromatici, gli esotici. Il gestore del locale quando si parla di gin non lascia nulla al caso, a partire dai bellissimi bicchieri con cui i drink vengono serviti. Inoltre se non siete degli intenditori potrete scegliere il gin giusto per voi insieme agli addetti ai lavori, che vi consiglieranno anche su come aromatizzarlo: bacche, angostura, cetriolo. Anche l’acqua tonica è di elevata qualità: solo ingredienti freschi e naturali, per un buon equilibrio fra l’amarognolo e le note lievemente dolci che caratterizzano la nota bevanda. Per tutte queste ragioni ci sentiamo di segnalare questo locale, come il posto in cui bere il miglior gin tonic della città.

razmataz bufala hamburger

Ovviamente nessuno vuole che beviate a stomaco vuoto, per questo la cucina propone anche delle piccole bontà degne di accompagnare i drink. Dai cubetti di focaccia fatta in casa, ai bocconcini di bufala ragusana, alla sfoglia farcita con pomodoro fresco e olive, ai piatti più corposi come la parmigiana (preparata secondo la tradizione delle migliori nonne catanesi) o l’hamburger di chianina accompagnato da fette sottili di patate al forno. Gli ingredienti scelti e la cura dedicata a cibo e bevande ci hanno conquistati. Il ghiaccio che tintinna nel grande bicchiere di vetro e l’atmosfera di questo angolo di strada al calar del sole, penseranno a completare la perfezione di un piacevole fine giornata.

.

Agora Hostel

Non fatevi ingannare dal nome, l’Ostello Agorà prima di essere una buona soluzione per dormire in città, è tutto quanto non vi aspettate. O meglio, racchiude nella sua personalità le migliori esperienze che si possono fare durante un viaggio o in un’alloggio condiviso. Anche qui, la vera anima del locale vive fuori dalle mura.

Piazza currò

È tutta in Piazza Currò: uno spazio antico attraversato di giorno dal mercato della pescheria, di notte dai sonnambuli catanesi e non. Passare di qui in momenti diversi della giornata da l’idea di una veglia perenne, un movimento in continuo mutare. Sette giorni su sette, da mattina a sera. Il martedì è il giorno dedicato alle radici esotiche della Sicilia: cous cous e danza del ventre. Incredibilmente senza mai scadere nel cattivo gusto.

gin fizz alla rosa

Il mercoledì è il giorno degli esperimenti: il barman inventa un drink diverso ogni settimana e lo propone in offerta speciale, nonostante i prodotti utilizzati siano sempre di ottima qualità. Questo rappresenta per il locale un modo per stabilire un dialogo con la clientela, per compiere un viaggio esplorativo nei gusti e nella sensibilità degli avventori, che stabiliranno la riuscita o meno dell’esperimento, ordinando (o non ordinando) il drink sperimentale nelle sere successive.

Agora hostel

I coctkail sono di stagione: durante i mesi invernali ne abbiamo assaggiati di caldi, mentre adesso a vodka e gin si accompagnano spesso fragole fresche e zenzero a pezzi, anguria e basilico o essenza di rosa. Il giovedì è il giorno dedicato alle rassegne jazz, la domenica a pranzo è il turno della cucina vegana (curata da una cuoca vegana).

agorà hostel 1

Questo vi servirà a mantenervi leggeri per la sera, quando inizierà il dj set funky. In questo vortice di suoni, incontri, voci e sapori, nell’afa dei mesi caldi, ci si sente spesso distratti e assetati, ci si dimentica facilmente di assaporare le cose. Per questo noi di Nuok crediamo sia importante invitarvi a gustare ogni singolo sapore e godervi un bel momento di freschezza.