bulagna

Urban Safari

Via Mascarella, un assaggio low-cost di Bologna

03 giugno 2014

Chi non conosce la movida di Bologna? Universitari da ogni parte d’Europa, bar e locali pronti all’happy hour dalle sei del pomeriggio. Certo, non tutta la città è così, certe zone sono più in voga di altre e la nostra via Mascarella è una di quelle che possono essere considerate piene di vita. Quello che noi di Nuok vi proponiamo è un urban safary low cost all’insegna del cibo, di buone letture e ottimi bar. Questa via lunghissima si snoda da via delle Belle Arti (una delle strade che forma il centro della vita universitaria) fino a una delle famose porte che concludono la zona di Bologna considerata dai cittadini “dentro le mura”. Abbiamo deciso di percorrerla per voi per favi scoprire come in questa città anche una singola strada possa contenere tutto quello che è necessario per riempire una (bella) giornata.

via-mascarella

Iniziando dal pranzo, tappa fissa è Il Diavolo al Pontelungo, una paninoteca minuscola in cui la regola è bussare per richiedere il panino desiderato! Il nome particolare deriva dal famoso romanzo di Bacchelli ed è perfetto per un chiosco nel pieno della vita studentesca. Gli ingredienti sono sani e il risultato davvero gustoso. I prezzi sono bassi (di media 3,50 euro al panino), contando di avere anche la possibilità di scegliere il tipo di pane desiderato. Non solo per il cibo questo posto è valido, ma anche per la comodità: ha degli orari fantastici che ricoprono le necessità degli studenti frettolosi per la pausa pranzo, ma sollevano anche i festaioli affamati dopo qualche birra nei locali lì vicino.

il-diavolo-a-pontelungo

panino-collage

Cos’é poi che conclude il pranzo col sorriso? Il dolce è ovvio! E quindi raccomandata è la Cremeria Mascarella, di cui vi abbiamo parlato già in un articolo precedente. Sempre inneggiando alla pigrizia e non volendoci spostare, questa bellissima via offre anche proposte “culturali”. Oltre alla possibilità di vedere uno dei bei graffiti della writer AliCè nascosti per la città, cosigliato è il Modo Infoshop, una libreria autogestita. In queste tre sale piene di oggetti dal pavimento al soffitto è possibile cercare libri di arte contemporanea, fumetti, saggi e romanzi. Oltre a tutto questo vengono organizzate settimanalmente incontri, letture, mostre, proiezioni video e performance musicali. La particolarità di questa libreria è quella, oltre all’organizzazione di eventi molto stimolanti, di essere nel centro della vita bolognese, a ridosso di bar frequentatissimi da persone di ogni età; per questo si è adattata ai ritmi studenteschi tenendo aperto, non solo durante il giorno ma addirittura fino a mezzanotte, nel caso qualcuno volesse leggere qualcosa d’interessante fra un panino e una birra. A tal proposito, per non dimenticare il lato divertente della vita, la libreria si é dotata anche di un piccolo bar con sedute all’esterno e sempre frequentatissimo.

modo-infoshop

Dopo il pomeriggio trascorso fra libri, stampe e gelati arriva l’ora dell’aperitivo e il nostro consiglio è il Moustache. Accogliente e molto hipster, questo locale offre la posssibilità di accomodarsi sia all’interno che fuori. Per l’aperitivo non c’è un buffet ma è possibile ordinare delle buonissime crescentine con i salumi, insomma…una delle specialità bolognesi. Fra i drink, consigliato è l’ “Hugo”, valida alternativa allo spritz al sapore di menta. Il Moustache si occupa anche della cena e nel loro menù sono presenti piatti semplici ma gustosi, pennette con pomodorini olive e scaglie di pecorino, lo sfizioso tomino con pere e noci o la classica insalata di bufala olive capperi e pomodori. I piatti sono color pastello in tinta con l’atmosfera all’interno ed esterno del locale, le luci sono soffuse e l’arredamento originale, insomma tutto è degno di un posto che ha nell’insegna dei bellissimi baffi. I prezzi sono nella norma e alla portata di tutti, tanto che il posto è frequentato specialmente da giovani.

,moustache

moustache-interno

Arrivati alla fine della giornata le alternative sono due: il bar Lortica e il cinema Odeon. Volendosi fiondare nella vita notturna bolognese consigliamo di fare un salto da Lortica. Questo locale è proprio a fianco di Modo Infoshop e per certi versi gode dello stesso fascino. Infatti nella sala interna vengono ospitate mostre d’arte di giovani emergenti e vengono organizzate anche delle degustazioni. In questi momenti vista e palato diventano un tutt’uno rendendo il momento magico.

lortica-mascarella

mascarella-cinema

Se invece la serata prendesse una piega un po’ più tranquilla, il cinema Odeon può fare al caso vostro. Il cinema non è molto grande, ha infatti solamente tre salette. Ma si sa: è nella botte piccola che c’è il vino buono. L’Odeon è provvisto anche di sale attrezzate per il cinema 3D per non scontentare gli amanti delle novità. Nacque come cinema a luci rosse e negli anni ottanta fu trasformato nel primo multisala italiano. Trovarlo è molto semplice dal momento che la sua insegna luminosa stile anni settanta è ben visibile e contribuisce ad illuminare l’inizio della strada.

Come accennato all’inizio questo urban safary si è focalizzato su attività e cibi low cost accessibili a tutti e specialmente agli studenti, ma non per questo di bassa qualità. Quindi se dopo aver pagato le tasse universitarie e l’affitto avete ancora voglia di divertirvi…via Mascarella fa al caso vostro!

, , , , ,