bulagna

Coffee Time

Pappare’, pausa bio nel cuore di Bologna

20 giugno 2017

Bologna è da sempre rinominata ‘la grassa’ è vero, ma nell’ultimo periodo in città è possibile accontentare anche i palati più bio e gli amanti dell’healthy food. E quindi, se per una volta siete stanchi delle classiche delizie bolognesi, un posto che potrebbe fare al caso vostro, proprio sotto le Due Torri, è Pappare.

pappare-bolo

Colazioni, brunch, pranzi, merende e aperitivi, sono offerti in questo delizioso localino dallo stile simil-scandinavo aperto da meno di un anno in Via Dè Giudei 2. E se a qualcuno questo nome potrebbe non risuonare nuovo non si sbaglia, perché Pappare’ esiste già a Cesena, dove prende il nome di Pappa Reale. Ma ritorniamo a Bologna. Una volta entrati da Pappare’, dopo essere stati rapiti dalla bellissima libreria (se così può essere definita) piena di piantine, bottiglie di vino e succhi, crollerà ogni vostra certezza e l’indecisione prenderà il sopravvento.

pappare-bio

Sì perché il bancone ricco di paste e torte di questo splendido bar metterebbe in crisi anche la persona più abitudinaria del mondo. E quindi, oltre alle classiche brioches alla crema o al cioccolato troviamo anche quelle alla mela e cannella, oppure al cioccolato extra fondente, quelle vegane, o per i più golosi quelle al doppio cioccolato. E ancora, croissant salati, crostatine di frutta e torte di ogni genere.

pappare

Se preferite invece una colazione all’americana, una volta seduti (entro le 12 tassativamente) potrete consultare il breakfast menu e scegliere tra le varie tipologie di pancake integrali home made, o se preferite ci sono anche le uova strapazzate con il pane tostato o il più leggero yogurt con la frutta.

pappare-brunch

E mentre aspettate la vostra colazione, non dimenticatevi di dare un’occhiata al locale, dove nulla è lasciato al caso. Le miscele di caffè e le centrifughe del giorno le potrete leggere sul muro che c’è dietro il bancone del bar. Sì, avete letto bene, sul muro. Le piastrelle bianche del locale sono una sorta di lavagna dove potrete scovare i cosiddetti estratti del benessere o l’acqua energizzata per migliorare il flusso energetico.

papparebologna

L’unica pecca del locale, se di pecca si può parlare, è che non gode di uno spazio all’aperto. O meglio, i tavolini di Pappare’ si estendono anche lungo la Galleria Acquaderni, che fino a prima dell’apertura del locale era rimasta abbandonata a se stessa, ma ovviamente non siamo proprio a cielo aperto.

bologna

In compenso, in estate, la vetrina che guarda via De’ Giudei si apre e chi avrà la fortuna di accaparrarsi uno dei due tavolini che affacciano su questa via del quartiere ebraico potrà gustarsi la sua pausa assaporando anche uno stralcio di bolognesità: tra le biciclette che sfrecciano veloci e gli studenti universitari che si dirigono verso via Zamboni.

pappare-colazione

Ma è soprattutto all’ora di pranzo che Pappare’ sfodera tutto il suo gusto bio trasformandosi nel paradiso per vegani, vegetariani e amanti del cibo biologico. E quindi, a partire dalle 12, potrete scegliere tra una lunga lista di piatti come, tanto per citarne alcuni: l’hummus e falafel salad con nachos di pane carasau e polpettine di ceci, oppure il pink supreme, un trancio di salmone alla piastra con un pesto di nocciole e caponatina estiva.

Ma ovviamente anche i carnivori potranno trovare qualche piatto di loro gradimento, come il basmati paradise che consiste in un riso basmati saltato con straccetti di pollo al curry, carote e fagiolini; o ancora il beef burger di angus farcito con bacon croccante, insalata, pomodoro fresco e formaggio e servito con patate al forno o una più leggera insalatina. Ogni mese, oltre  al solito menu, vengono aggiunte proposte differenti, in base alla stagione. E come in ogni bar che rispetti non mancano anche i tranci di pizza, i toast, i paninetti farciti o le focacce.

pappare-pranzo

I prezzi, per quanto riguarda la caffetteria, sono nella media rispetto agli altri locali del centro della città. Se invece la scelta ricade sul pranzo i prezzi sono leggermente più alti rispetto ad altri bar della zona, complice sicuramente l’accuratezza con cui vengono scelte le materie prime. Insomma non è un locale in cui pranzare tutti i giorni, ma se volete depurarvi dalle solite pause pranzo, questo è il posto che fa per voi.

, , , ,