bristel

Wish Bag

Christmas Steps, il centro storico di Bristol e le sue botteghe

16 febbraio 2017

L’anno nuovo è finalmente iniziato. Carichi di nuove energie saltiamo in sella ai nostri  buoni propositi per quella che crediamo sarà una lunga e ininterrotta cavalcata verso prodigiosi successi. Presto però ci ritroviamo a dover fare i conti con la realtà: il nostro destriero è un ronzino appesantito da troppi panettoni e i  jeans ci segnano un filo oltre misura l’interno coscia. Siamo a un bivio: rifugiarci, noi e il ciuchino, nel ricordo delle festività natalizie strafogandoci di torroni stantii o spronare il cavallo e provare a ripartire? Noi di Nuok abbiamo il compromesso perfetto tra il bastone e la carota. Vi afferriamo per le briglie per portarvi a scoprire uno degli angoli più caratteristici di Bristol, i Christmas Steps.

christmassteps_bristol

Questa suggestiva scalinata è uno dei luoghi che meglio riusciranno a calarvi nell’atmosfera della vecchia città. Purtroppo oggi questo spazio è soffocato da palazzi moderni che con le loro sagome aggressive intimidiscono il fascino antico e aggraziato di questa vecchia stradina inglese dai lampioni gialli. Pur trovandosi nel centro cittadino, i Christmas Steps non sono semplicissimi da scorgere; noi vi consigliamo di iniziare la vostra esplorazione dall’alto percorrendo Colston Street e la parallela Perry Road.

perryroad_bristol

Nei pressi di queste due strade ricche di negozi deliziosi e molto Bristolian si trova la chiesa di Saint Michael on the Mount Without che fin dal medioevo dall’alto della collina omonima dominava  la città. Questo edificio era collegato al centro cittadino tramite un’ardua e fangosa salita fino a quando nel 1669, un ricco mercante di vini, forse stufo di veder ruzzolare a valle i suoi clienti ogni venerdì sera,  decide di finanziare la costruzione di una scalinata.

steps_view_ bristol

In realtà pare che il suo nome attuale Christmas Steps poco abbia a che fare con il Natale ma sia una corruzione di Knyfesmyth Street, nome originario della strada derivato delle botteghe di artigiani coltellai che qui avevano i loro negozi. Questa teoria è rifiutata dai partigiani della celebre festività, i quali sostengono che il nome derivi da una piccola e gradevole chiesetta che potrete ammirare in cima alla ripida viuzza. Infatti questo edificio religioso, che fa parte di un più vasto complesso architettonico di età vittoriana, mostra sulla facciata tre belle statue dei Re Magi.

christmas_church_bristol

Entrambe le spiegazioni non tolgono nulla al fascino di questi fuligginosi scalini che vi faranno assaporare un’atmosfera a metà tra la celebre Diagon Alley di Harry Potter e il fascino romantico di Montmartre. Per suggestionarvi ulteriormente fate un salto nel prospiciente Dig Haushizzle: qui tra uccelli impagliati, merletti e strani oggetti vittoriani, un sottile senso di inquietudine andrà a raggomitolarsi nelle vostre tasche.

dig_bristol

Con baldanza affrontate la discesa e assaporate con calma le botteghe storiche che ancora oggi allietano i passanti, magari fischiettando la canzone che i Mogwai hanno dedicato proprio a questo luogo. Curiosando tra le vetrine potrete intravedere un maestro archettaio che combinando con perizia legni pregiati e crini di cavallo realizza archi musicali per violini e violoncelli, o se preferite un ritmo più jazz date un’occhiata alle morbide linee dei sassofoni di Trevor Jones. Scegliete poi un’originale creazione in pelle da Arkin, nuovo punto di riferimento hipster della città, valutate con occhio critico le monete e i francobolli dello storico West Region Stamps e infine sognate ad occhi aperti di fronte alle delicate creazioni di moda di Karen Reilly. Unica precauzione, con indosso il vostro abito da principessa state attente a non scatenare le invidie dei due fantasmi femminili che secondo la leggenda si aggirano di notte per i Christmas Steps.

gowns_bristol

Giunti alla fine della scalinata dove un tempo arrivava l’acqua del vecchio porto di Bristol, fate uno sforzo e immaginatevi un brulicante via vai di merci e marinai appena sbarcati, in cerca di cibo e non solo. In un’atmosfera quasi paragonabile a quella dei vicoli di Genova, concedetevi anche voi una sosta e soddisfate i vostri appetiti  gastronomici con una pinta e un bel piatto caldo nell’accogliente pub Christmas Steps. Altrettanto gustosa e irrinunciabile è una porzione di Fish & Chips nello storico Bobby’s. Questo locale, vera istituzione della città, da più di cento anni frigge senza sosta merluzzi e patatine per trasmettervi  il sapore dell’Inghilterra più autentica. Mentre vi ungete le dita alzate lo sguardo dal vostro cartoccio e osservate l’edificio davanti a voi: è quello che resta dell’ospedale di San Bartolomeo, fondato nel 1240 per l’assistenza di malati ed indigenti. La sua facciata antica con le travi lignee piegate dal tempo è un esempio architettonico tra i più belli di tutta la città.

christmassteps_bottom_bristol

Con la mente e la pancia piena, facciamo un‘ultima foto ricordo dal fondo dei nostri Christmas Steps. Siamo pronti a partire: riprendiamo per le briglie il ciuchino e rimettiamoci in marcia… ma verso dove? Ancora verso la scalinata, ovviamente. Questa volta però, rispolverando i nostri buoni propositi, affrontiamola in salita.

, , , , , , , , , , ,