berghem

Urban Safari

Una passeggiata tra le vie di Bergamo Alta

14 novembre 2016

Cosa fare a Bergamo quando il meteo è clemente e si ha voglia di fare una bella passeggiata per rilassarsi lontani dal caos cittadino senza andare troppo lontano? Noi di Nuok abbiamo la risposta! Abbiamo introdotto la città di Bergamo spiegandovi come sia costruita su due livelli e questa volta vogliamo farvi salire sui colli di Città Alta, dove potrete godervi panorami mozzafiato e passeggiare tra le affascinanti vie del borgo medievale.

Ci sono tre modi per salire in Città Alta: a piedi, con i mezzi pubblici o in macchina. Salire in macchina è piuttosto sconsigliato visto che la zona è a traffico limitato venerdì e sabato sera e durante certi orari dei giorni festivi. Se volete servirvi dei mezzi pubblici, è semplicissimo: con l’autobus basta prendere il numero 1 o il numero 3 direzione Città Alta oppure prendere la Funicolare Città Bassa – Città Alta. La funicolare è veloce e costa come il biglietto dell’autobus da 1 zona urbana. Qui potete vedere nel dettaglio tutte le informazioni per raggiungere Città Alta e le zone a traffico limitato. Se invece non siete pigri e decidete di seguire il nostro consiglio, salite a piedi partendo dalle scalette che si trovano proprio a sinistra della funicolare.

bergamo_alta_scalette

La salita è un po’ ripida ma breve… Ok, diciamo che dipende da quanto vi siete allenati e da quanto avete mangiato a pranzo ma vi assicuriamo che è fattibile! Arrivati alla fine delle scalette, ovvero alla fine della via Salita della Scaletta, fate l’ultimo pezzetto di salita ripida a destra e vi troverete proprio sotto la cinta muraria di Bergamo. L’istinto, giustamente, vi dirà di salire a destra verso il portone di marmo bianco che troneggia sulla città Bassa. Quella è Porta San Giacomo, la più conosciuta e anche la più bella delle quattro porte che permettono l’ingresso a Città Alta.

bergamo_alta_porta_san_giacomo

Fermatevi pure qualche minuto ad ammirare il panorama che ogni volta lascia chiunque a bocca aperta. Riuscirete a distinguere la stazione ed il viale centrale Papa Giovanni XXIII e vi sembrerà strano (ma soddisfacente) trovarvi già così in alto dopo solo 10 minuti di salita a piedi.

bergamo_alta_porta_san_giacomo2

Quando vi sarete ripresi dalla camminata in salita e dallo stupore, potrete proseguire verso il cuore di Città Alta. Attraversate la porta e la strada e andando sempre dritto imboccate via San Giacomo, proseguite fino a Piazza Mercato delle Scarpe ed eccovi tra le vie del centro storico. Come in ogni borgo antico ci sono moltissime cose da scoprire ma per oggi vogliamo solo farvi fare un giro immersi nella bellezza e nella tranquillità delle vie pedonali piene di negozi, bar e ristoranti. Seguite la via principale, via Gombito, finché non sbucherete in Piazza Vecchia, la piazza più conosciuta di Bergamo.

bergamo_alta_piazza_vecchia

Piazza Vecchia è architettonicamente bellissima. Troviamo al centro la fontana Contarini che con i suoi leoni ci ricorda il dominio da parte della repubblica Veneziana e dietro di essa il Palazzo della Ragione e la Torre civica, chiamata dai Bergamaschi Campanone, la quale ancora oggi scocca i colpi che in passato annunciavano la chiusura notturna delle porte di accesso alle mura. Vi consigliamo di salire sulla Torre per avere una vista diversa della bellissima piazza Duomo e un panorama fantastico.

bergamo_alta_basilica

Oltre gli archi del Palazzo della Ragione troverete il Duomo di Sant’Alessandro, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Cappella Colleoni e il Battistero. Le facciate sono tutte in diversi stili architettonici ma perfettamente in sintonia tra loro: neoclassico, romanico e rinascimentale. Se vi piace lo stile barocco rimarrete stupefatti dai favolosi interni della Basilica.

Dopo aver dato alle chiese un’occhiata più o meno veloce a seconda dei vostri interessi, tornate sui vostri passi e ritornate sulla via principale che a sinistra di Piazza Vecchia diventa via Colleoni. Se fate parte anche voi di quelli che non possono fare a meno di assaggiare i piatti tipici delle città in cui viaggiano, non dimenticatevi di provare la Polenta e osei dolce. In molti conosceranno la polenta e osei (uccelli in dialetto) classica, ovvero il piatto tipico veneto, bergamasco e bresciano, ma in pochi sanno che c’è anche una versione dolce, specialità tipica solo di questa città. Si tratta di polenta dolce ricoperta da pasta di mandorle gialla e “uccelli” di cioccolata o marzapane, insomma una versione dolce in miniatura della vera Polenta e osei.

bergamo_alta_polenta_osei

I viottoli stretti terminano in Piazza Cittadella dove si trovano il Civico museo archeologico e il Museo di scienze naturali “Enrico Caffi”, quest’ultimo tappa fondamentale per ogni bambino bergamasco. Usciti dalla piazza vi troverete in largo Colle Aperto: ammirate l’ennesimo panorama che Bergamo Alta vi offre e se volete fermatevi a prendere un gelato alla storica pasticceria gelateria “La Marianna”, dove è stato inventato il gelato alla Stracciatella.

bergamo_alta_via_delle_mura

Non vi resta che imboccare il viale delle Mura, subito a sinistra de “La Marianna” e avviarvi verso la Città Bassa. Lungo le mura ci sono alberi, prati e panchine: il luogo ideale dove fermarsi a chiacchierare e guardare il tramonto in tutta tranquillità, in particolare nel piccolo Parco di San Giovanni.

bergamo_alta_mura

Ad un certo punto, vi ritroverete a Porta San Giacomo: ora scendere dalle scalette sarà una passeggiata! Altrimenti, la fermata dell’autobus è nei paraggi, che vi porterà direttamente in centro o in stazione.

, , , , , , , , ,