let's eat, rroma

Baccalà in tempura, un mezè da Altrove a Roma

Ci troviamo nel cuore del food district, quartiere Ostiense, più precisamente in via Girolamo Benzoni 34 e per voi spingiamo le porte di Altrove, un posto che vi farà viaggiare pur restando seduti. Nato nel 2017, non è un semplice ristorante ma anche un progetto di integrazione sociale, etico e sostenibile, aperto a culture diverse. Oggi però, il protagonista del nostro viaggio è il baccalà.

Tavoli moderni, un lungo bancone, una poltrona e un divano che costeggiano un mappamondo appoggiato sopra un baule, Altrove è elegante e accogliente. Sul muro, scorgiamo una frase di Calvino “Se alzi un muro pensa a cosa lasci fuori”. Ma diamo subito un’occhiata al menu. La cucina di Altrove è fatta di contaminazioni, gli ingredienti provengono da una specifica zona geografica ma le pietanze sono il frutto di associazioni composite. Sperimentazione è la parola chiave senza mai perdere di vista il paese di origine. Da Altrove gli antipasti si chiamano Mezè. Cuore e occhi vanno subito a sbattere sul baccalà affumicato in tempura, servito con una delicatissima maionese all’ananas e un cucchiaio di yogurt acido. La presentazione è molto curata e il sapore altrettanto raffinato. I nostri camerieri sono un ragazzo afghano e una ragazza greca. Altrove è un’esperienza, un viaggio per il palato e la mente.

La cucina è aperta tutte le sere dal lunedì al sabato dalle 19 alle 23. Prima di cenare vi consigliamo una passeggiata underground per i murales di via Ostiense oppure più nostalgica fra i vecchi lotti della Garbatella.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Ornella Vaiani.
Ornella è franco-italiana. Ha una passione sconfinata per l’arte, le persone, i viaggi e gli incontri “ahaaa”.
Cerca sempre la chicca anche quando rimane in città. Pessoa la riassume alla perfezione “Ah se potessi essere tutte le persone di tutti i posti”.