coolture, kolle

Il gustoso museo del cioccolato a Colonia

Alzi la mano chi non ha mai desiderato, almeno una volta nella vita, di vivere un’avventura come il protagonista di “Willy Wonka e la fabbrica di Cioccolato”. Se è vero che quel luogo incredibile è destinato a rimanere “a world of pure imagination”, in compenso il Schokoladenmuseumdi Colonia è tutt’altro che irreale. Affacciato sul fiume Reno, nella parte meridionale della città vecchia, il museo è stato inaugurato ufficialmente nel 1993 dall’imprenditore tedesco Hans Imhoff, ma la storia che racchiude al suo interno è plurimillenaria.

Nella prima parte della visita, esplorerete la vita del cioccolato a 360 gradi, dalla botanica al commercio equosolidale. Tra le cose che più ci hanno colpito, vi segnaliamo la collezione di stampi e sculture di cioccolato, di tutte le forme possibili e immaginabili, e la serra che per un istante vi darà l’impressione di trovarvi in un angolo di foresta pluviale, circondati da una varietà di splendide piante tropicali. Per noi di Nuok, tuttavia, il momento più coinvolgente della visita è l’ingresso nel laboratorio Lindt, in cui oltre a osservare da vicino le diverse fasi di lavorazione del cacao potrete concedervi degli sfiziosi assaggini di cioccolato appena fatto, incluso quello che scorre nellabellissima fontana dorata che decora il laboratorio.

Tra le numerose attrazioni che potrete trovare a Colonia, vi consigliamo assolutamente di non perdervi quello che si può definire un vero e proprio tempio del cioccolato. Non a caso, il nome scientifico della famiglia della pianta di cacao è Theobroma, ovvero “cibo degli dèi”.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Dafne Graziano.
Laureata in lingue, aspirante traduttrice, rockstar mancata. Ama scrivere, leggere e viaggiare, sia nel mondo reale che nella fantasia.
Determinazione e passione sono i suoi punti di forza. Il suo tallone d’Achille? La pasta alla carbonara