bulagna, go green

La sequoia della California di Parco Melloni, a Bologna

Vi aspettereste mai di trovare un gioiello raro della famiglia delle conifere in un giardino di periferia? Noi di Nuok abbiamo scovato uno dei pochissimi esemplari di sequoie della California presenti in Europa in soli 0,7 ettari intitolati alla famiglia di un anziano colonnello d’aviazione. Parco Melloni è una piccola area verde semisconosciuta ai più, nascosta tra le villette in stile belle epoque del residenziale quartiere Costa-Saragozza, tra via Turati e via Breventani, appena fuori dalle mura della città, non lontano dallo stadio Dall’Ara.

Un minuscolo polmone ricco di diverse specie più comuni, dagli alberi da frutto a cedri, cipressi ed arbusti, tra cui, però, spiccano 37 metri e 42 centimetri di legno poroso e stratificato simile al sughero che protegge la sequoia dagli incendi molto frequenti in quella zona degli Stati Uniti. Non è dato sapere come ci sia arrivato, ma è un particolare che contribuisce al mistero del luogo. Prima di essere coperto per ben tre volte da un serpentone di cemento, infatti, parco Melloni veniva attraversato dal torrente Ravone uno degli esempi che testimoniano l’antica somiglianza di Bologna a Venezia.

Altrettanto circondata di canali che la rendevano cruciale per il commercio della seta, oggi possiamo osservare la presenza effettiva d’acqua solo in corrispondenza della cosiddetta “finestrella” in via Piella, affacciato sul canale delle Moline, tra le vie del pieno centro. Si dice, inoltre, che nel 1659 passarono proprio dal Ravone i marmi con cui venne edificata la basilica di San Petronio, il simbolo incontrastato di Piazza Maggiore.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Eleonora Masi.
Pugliese doc, il suo cuore è un puntaspilli a forma di mappamondo.
Insegna inglese a un centinaio di piccole canaglie, i viaggiatori di domani.
Per ora vive a Bologna, ma teme non sia finita qui.

Tags