all around, milan

La strada delle case igloo nel quartiere Maggiolina di Milano

“Di una città non godi le sette o settantasette meraviglie ma la risposta che dà a una tua domanda”, Calvino ci aveva avvisato e si dà il caso che noi di Nuok abbiamo sempre gli zaini, le tasche e i taccuini pieni di domande e passeggiando per il quartiere Maggiolina ci siamo interrogati su questa curiosa strada con le case ad igloo.

Siamo nel villaggio dei giornalisti, una parte della Maggiolina, che una volta apparteneva al comune di Greco, periferia e campagna milanese. Noi vi portiamo a via Lepanto, una strada che conta fra le più originali e graziose di Milano perché a costeggiarla sono le famose case igloo. Nascono nel dopoguerra, come necessità abitativa provvisoria per gli sfollati. Nel 1946, Mario Cavallè ripropone un metodo di costruzione americano molto veloce e firma dodici case a forma di igloo o zucca. L’ambiente era di circa 45 metri quadrati e poteva accogliere un solo nucleo familiare. Oggi ne sono rimaste otto.  

Una volta percorsa via Lepanto vi consigliamo di esplorare il resto del quartiere ricco di meraviglie: oltre alla strada delle case igloo, a via Timavo, troverete le case dei ferrovieri con decorazioni a metà strada tra il liberty e l’art déco mentre passando per la viuzza privata Gasparo da Salò, respirerete un po’ d’aria londinese, senza dimenticare villa Mirabello, posto degno di una favola.  Al termine della passeggiata, vi chiederete se la Maggiolina appartiene realmente a Milano. O se non è forse una delle tante città invisibili narrate dal nostro Italo.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Ornella Vaiani.
Ornella è franco-italiana. Ha una passione sconfinata per l’arte, le persone, i viaggi e gli incontri “ahaaa”.
Cerca sempre la chicca anche quando rimane in città. Pessoa la riassume alla perfezione “Ah se potessi essere tutte le persone di tutti i posti”.

Tags