kid zone, trent

La seggiolina blu, la libreria dei bambini e delle bambine a Trento

Il centro storico di Trento è un posto davvero piacevole da visitare: lindo e ordinato, interamente pedonale, il borgo tridentino offre moltissimi luoghi interessanti, soprattutto se apprezzate l’architettura del Tardo Medioevo e del Rinascimento. Il simbolo della città è il Castello del Buonconsiglio, residenza dei principi-vescovi e sede in cui fu elaborata la celebre Controriforma cattolica, che custodisce i meravigliosi affreschi del Ciclo dei Mesi.

A pochi passi dal Castello, noi di Nuok conosciamo un posticino speciale dove fermarsi, mettersi comodi e lasciarsi andare al gioco della fantasia, condividendo sogni ad occhi aperti: è La seggiolina blu, una libreria-laboratorio a misura di bambino e di creatività. Gli spazi della libreria sono attrezzati con poltrone, tavoli e sedie in formato mignon, una grande lavagna in ardesia posta all’altezza giusta e corredata di gessetti colorati, lunghe panche vicino agli scaffali: alcuni angoli poi sono magici e all’occorrenza si trasformano in piccoli teatri delle marionette e delle ombre cinesi.

Le due libraie, Soledad ed Elena, sono come il sole e la luna: non solo sanno offrire ottimi consigli sulla letteratura per l’infanzia e sui giocattoli di qualità ma incantano grandi e piccini con le letture ad alta voce, i laboratori artistici, i canti e i suoni del mondo. Ogni settimana succede qualcosa di interessante: incontri con pedagogisti ed illustratori, attività guidate da educatori ed educatrici, pomeriggi ludici e mostre tematiche. È una libreria concepita come luogo dell’incontro, una moderna agorà che ha uno scopo ben preciso: diffondere bellezza tra le nuove generazioni.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Cristina Cassese.
Tarantina e tarantolata, è appassionata di libri, teatro e scienze umane.
Il suo è uno spiritonomade: oggi vive a Roma, domani chissà.
Da qualche anno insegna ma soprattutto impara.