coffee time, venessia

Un fiore di tè cinese alla Tea Room Fujiyama di Venezia

Dimenticate per un momento il caos di piazza San Marco, le calli affollate e i locali acchiappa turisti per esplorare uno dei quartieri più autentici di Venezia, dove i veneziani vivono la loro quotidianità e il tempo sembra scorrere più lento. Proprio lì, nel cuore di Dorsoduro, a metà altezza di calle lunga San Barnaba si trova la Tea Room Fujiyama, dove potrete rilassarvi bevendo una tazza di tè dal sapore orientale.

All’interno il locale è piccolo e intimo, non ha più una decina di tavolini. I quadri e le decorazioni orientali sulle pareti sono in perfetta armonia con il classico stile veneziano del pavimento a piastrelle e le travi a vista. Il menù offre una grande varietà di tè e infusi (in estate anche freddi) e noi vi consigliamo di ordinare uno dei fiori di tè cinese, servito in un’elegante teiera trasparente per poterlo osservare sbocciare durante l’infusione. Buono anche il cappuccino al matcha, il tè della tradizionale cerimonia giapponese.

Se la stagione lo permette non fermatevi assolutamente all’interno, cercate un posto a uno dei tavoli del cortiletto sul retro, la perla di questo locale. Circondato dai muri di mattone dei palazzi circostanti, è una piccola oasi in città: alberelli, piante rampicanti e ombrelloni creano un’atmosfera unica. Il nostro tavolo preferito è l’ultimo in fondo, quello in marmo un po’ nascosto dalle piante e con le sedie bianche in ferro battuto. Portate il vostro libro preferito o prendetene uno in prestito dallo scaffale interno, il relax è assicurato.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Silvia Sala.
Nata nel giorno più afoso dell’agosto 1992, ama le notti estive, i cani e la cultura giapponese.
Ha una laurea in lingue orientali ma fa la fotografa. Scrive per non dimenticarsi di certi momenti, ordinari o meno che siano.

Tags