coffee time, Turin

Un caffè hipster al BarTU nel quartiere Vanchiglia di Torino

Siamo in via Cagliari, all’angolo con corso Verona, là dove il fiume Dora corre vivace verso il Po, tra viali alberati e vecchie fabbriche dismesse, al di là del ponte del campus Einaudi, non lontano dal laboratorio di cioccolato di Guido Gobino, e a pochi metri della Film Commission Torino Piemonte. In questo fortunato crocevia si trova il BarTU: cassette con riviste e piante, mattoni a vista, colori e motivi anni ’70, e una grande insegna blu con le lettere T e U che quasi tocca il soffitto, appoggiata su un alto ripiano sopra il bancone.

L’atmosfera è hipster, il personale rilassato, i bicchieri e i piattini sono volutamente spaiati, e una piccola vetrinetta vicino alla cassa fa bella mostra di plumcake, torte e paninetti farciti. Chiedete di provare cosa più vi ispira, e poi prendete posto al grande tavolo centrale, il posto migliore dove godersi la luce dalle vetrate e il via vai della clientela. Noi di Nuok abbiamo provato il caffè shakerato, rigorosamente senza aggiunta di zucchero, forte e deciso. E sì, lo ammettiamo, anche un dolce della casa, a base di yogurt con essenza di limone, con un po’ di panna.

Il BarTU propone anche una pausa pranzo casalinga: primi piatti di pasta fresca, secondi a scelta, insalatone oppure i loro croque madame e monsieur. Dal lunedì al sabato tiene aperto fino alle 20, dunque potete prenderlo anche in considerazione per un aperitivo, con un bicchiere di vino o una birra alla spina fresca; la domenica, invece, chiude alle 16.30.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags