let's eat, Turin

La soffice pizza Pizzium di Torino tra azulejos e birre Birrium

Ambiente allegro, ceramiche colorate, azulejos per terra e sulle tovagliette menu, e una pizza sempre spettacolare. Pizzium ha raddoppiato la sua sede in via Bava vicino a piazza Vittorio, con un nuovo locale in via Torquato Tasso su piazzetta IV Marzo, dove siamo stati noi di Nuok. Un’accurata selezione di prodotti regionali DOP e IGP da tutta Italia, buona musica di sottofondo e personale squisitamente gentile sono i tre ingredienti che rendono Pizzium una delle nostre pizzerie preferite in città.

Noi siamo andati sul classico con la Bufalina: pomodoro San Marzano Dop Agrigenus e mozzarella di bufala del Caseificio Franzese. Eccezionale: cottura impeccabile, cornicione sofficissimo, sottile al punto giusto al centro. L’impasto è a lunga lievitazione e viene realizzato ogni giorno con la farina di Petra Molino Quaglia. Inoltre, tutte le pizze sono servite con olio extravergine d’oliva del Frantoio Muraglia di Andria. Tra le bianche, vi segnaliamo poi la Duchesca, con fiordilatte, burratina al centro e mortadella Igp. Consigliatissima da accompagnare alla pizza, è la loro birra artigianale, la Birrium, una bionda ad alta fermentazione non filtrata e non pastorizzata – prodotta in collaborazione con il Birrificio Balabiòtt. Il sapore è fruttato e speziato, leggermente dolce e con un taglio amaro sul finale.

Una nota di merito va anche ai dolci della casa, in modo particolare alla spumosa e irresistibile cheesecake al pistacchio. Buona che non avete idea. Infine, prendete in considerazione Pizzium anche per il pranzo – a scelta una pizza, un’insalata o polpette, acqua, caffè e coperto per 10 euro.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags