coffee time, Turin

La pastiera napoletana di Dopo Cafè al di là del Po a Torino

È il bar più piccolo di Torino, e lo dichiara con orgoglio: Dopo Cafè, con i suoi elegantissimi 12 metri quadrati, è il posto giusto dove prendere un espresso con i fiocchi e un dolcetto al di là del Po. Il locale, infatti, si trova a una manciata di minuti dalla Gran Madre, nella rinnovata e – finalmente – pedonale via Monferrato. Lo riconoscerete dal delizioso dehors e dalla vetrina con l’adesivo dorato di un ferro di cavallo e la scritta retrò Dopo Cafè.

Caffè e pasticceria sono napoletani (con un’inaspettata incursione siciliana, con i biscotti di Monreale al limone, all’arancio o al pistacchio), ma in formato sabaudamente mignon. A conquistare il palato di noi di Nuok in questa stagione, proprio lei, la pastiera. Leggenda vuole che a creare questa delizia sia stata la sirena Partenope, e si sia diffusa per le feste pagane e come offerta votiva del periodo primaverile. La torta tradizionale della Pasqua campana qui da Dopo Cafè trova la sua forma perfetta, con una pasta frolla equilibrata, tanto elastica quanto friabile, e un ripieno cremoso a base di ricotta e grano.

Anche la miscela di caffè servita fa parte dell’eccellenza della Campania, grazie all’azienda Kenon: molto corposa, dal gusto forte e dalla crema compatta. Dunque, una ragione in più per passare da questa micro bomboniera creata da Antonio e gestita insieme a uno staff molto cortese e disponibile. E per un attimo, più che ai piedi della collina torinese, vi sembrerà di essere stati catapultati ai piedi del Vesuvio.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags