coffee time, Turin

La brioche della pasticceria senza intolleranze Dolcelia a Torino

Al civico 15 della tranquilla piazza Peyron, dove si incrociano via Stefano Maria Clemente e via Palmieri, c’è un laboratorio pasticceria che sforna tutti i giorni dolci anche per chi non può assumere glutine o lattosio, dalla zeppola con crema chantilly alle colombe della tradizione pasquale, passando anche per i biscotti di pasta di mandorle: Dolcelia. Dietro a questo progetto, Monica, che racconta con garbo le sue ricerche quotidiane e il dietro le quinte su Facebook. Gusto, consapevolezza e amore per il proprio lavoro sono gli ingredienti che rendono questo posto speciale.

Tra torte, strudel, saccottini e cannoli a sorprendere il nostro palato è soprattutto la sfoglia del croissant della casa, che abbiamo scelto nella sua versione classica, farcito di marmellata di albicocche. Rigorosamente preparato con farine senza glutine, la sua superficie fragrante e leggera si prende cura di un interno soffice e ben lievitato, finendo per stupire anche le papille gustative di chi non ha in realtà alcuna intolleranza. Da provare anche il krapfen alla crema pasticcera oppure al pistacchio, simili a una veneziana.

E non troverete solo dolci qui. Già perché fa parte di questo ambiente accogliente e allegro anche Queendici, il lato salato di Dolcelia con pizze, focacce, taglieri, farinate e insalate ancora una volta senza glutine o lattosio. Ideale per un aperitivo sfizioso, ma anche per un pranzetto o una cena. Dal martedì al venerdì qui si fa il continuato (dalle 7.30 alle 23.30), mentre il sabato e la domenica è aperto dalle 8 alle 12 e dalle 19 alle 23.45 (lunedì chiuso).

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags