let's eat, Turin

La pizza all’acqua di mare di Duepuntozero a Torino

Sentirsi dire “Ti amo” non ha prezzo, ma anche “Stasera c’è la pizza” non scherza.È questa frase che dà il benvenuto alla pizzeria Duepuntozero di San Salvario, in via Madama Cristina 76. E se la pizza è la loro, l’affermazione è verissima. Nato come locale d’asporto, ha cominciato aggiungendo qualche tavolino in plastica, e ora offre posti a sedere in due stanze dall’aspetto rustico, ma semplice.

Il menu offre una vasta scelta di pizze, focacce, calzoni e veri panuozzi. Ce n’è per tutti i gusti: dalla classica margherita, alla pizza coi ciccioli napoletani (da provare assolutamente), fino alla “cinque punte” (tutte e cinque ripiene) e al calzone con ricotta, pepe e pancetta toscana. Ma a fare davvero la differenza, qui, è la qualità: il pomodoro è esclusivamente San Marzano, la mozzarella campana sempre freschissima (da non perdere quella affumicata, avendo la fortuna di trovarla nei fuori menù), l’olio extravergine…

Ogni ingrediente è di prima scelta e selezionato sul luogo di origine, perfino l’acqua per l’impasto. Già, perché se già la versione normale è invidiabile, ogni pizza può essere fatta anche su una base integrale o all’acqua di mare: resta leggermente più salata, morbida al punto giusto e incredibilmente digeribile. Anche gli amanti della birra resteranno soddisfatti: ci sono le artigianali italiane e belghe o, per chi preferisce i classici, una bionda tedesca alla spina. Per il pizzaiolo, chi entra nel suo locale è come una persona di famiglia: se insiste per aggiungere un ingrediente “perché è la morte sua”, è tutto nella norma.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Cristina Danini.
Nasce a Omegna l’8 gennaio 1994. Dopo il liceo linguistico si trasferisce a Torino per frequentare la Scuola Holden.
Scrive racconti, sceneggiature, articoli, per raccontare il suo piccolo mondo.
Le piace viaggiare, soprattutto di notte, specie in treno, con la musica nelle orecchie, per sentire i chilometri scorrere.

Tags