coffee time, nuok

La crema al burro della Red Velvet da Magnolia a New York

Sex and the City ha fatto allo stesso tempo un prezioso favore e un grande torto a Magnolia Bakery: da una parte, ha dato fama mondiale alle loro cupcake; dall’altra, le ha indelebilmente associate all’immagine di quattro amiche che parlano di sesso, rendendo le morbide tortine un simbolo dell’odio o dell’amore per la serie tv firmata HBO. In realtà, anche i più convinti detrattori di Carrie Bradshaw, abbandonano ogni resistenza non appena assaggiano le delizie di questa rinomata catena (che oggi ha sedi anche in Giordania, Corea, Messico, Arabia Saudita, Emirati e Qatar!).

Latte, panna, burro, uova, zucchero e farina: gli ingredienti sono gli stessi per tutti i pasticceri che si cimentano con la ricetta del famoso dolce americano, eppure è innegabile che le cupcake di Magnolia Bakery siano un gradino sopra le altre. E in particolare, su tutte la tradizionale – e sfornata tutto l’anno! – Red Velvet, che per noi di Nuok ha la crema di burro più buona mai provata: spatolata, soffice, paradisiaca. Provare per credere.

L’assortimento cambia ogni settimana, assecondando la stagione e l’estro di chi inforna: potreste così trovare, fra le altre, cupcake al gusto di banana, ananas, carota, pistacchio e perfino marshmallow. Come buongustaie, Carrie e le sue amiche meritano certamente una A+, eppure un piccolo rimprovero glielo possiamo muovere: con la loro ossessione per le cupcake hanno oscurato gli altri, fantastici, dolci di Magnolia, ed è un’ingiustizia. Chiunque abbia provato il loro banana pudding, o una fetta di apple crumb, non faticherà a darci ragione.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags