go green, islascanarias

Il panorama mozzafiato delle montagne di fuoco a Lanzarote

Lanzarote, l’isola più a nord delle Canarie, si attraversa guidando per soli 60 chilometri nei quali la terra assume forme e colori diversi man mano che la si percorre, grazie all’attività vulcanica che fino a circa 200 anni fa ha continuato a plasmarne il paesaggio. Una delle viste più pittoresche da non perdervi è quella delle montañas del fuego, in italiano “montagne di fuoco”, ammirabile all’interno del parco nazionale del Timanfaya, dichiaratoriserva della Biosfera dall’UNESCO.

Proprio per preservare questo capolavoro della natura è possibile visitare i crateri dei vulcani solo attraverso un tour guidato in autobus. L’entrata al parco si trova sulla strada tra Yaiza e Mancha Blanca dove dopo aver pagato il biglietto di 10 euro a testa si prosegue per circa 2 chilometri fino al parcheggio, punto di partenza per l’escursione tra i crateri dei vulcani. L’autobus serpeggia per circa quaranta minuti tra le stradine tortuose del parco mentre una voce registrata vi spiega la storia dell’isola. I colori della terra sfumano tra ocra, rosso e nero e vi lasceranno senz’altro a bocca aperta.

Ritornati al punto di partenza, per completare il tour, la guardia forestale vi dimostrerà come il magma sia ancora attivo a pochi metri di profondità, con una temperatura che oscilla tra i 100 e i 600 gradi: basta buttare un secchio d’acqua in un buco del terreno per vedere esplodere un getto di vapore come quello di un geyser. Il parco Timanfaya apre alle 9; il consiglio è quello di arrivare il prima possibile se volete evitare lunghe attese.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Silvia Sala.
Nata nel giorno più afoso dell’agosto 1992, ama le notti estive, i cani e la cultura giapponese.
Ha una laurea in lingue orientali ma fa la fotografa. Scrive per non dimenticarsi di certi momenti, ordinari o meno che siano.