coffee time, kopenaghen

Le torte della Patisserie francese di Copenhagen

Store Kongensgade, a due passi dal Castello di Rosenborg, è una di quelle vie tipiche delle grandi città del Nord: casette tutte uguali si affacciano su un marciapiede tranquillo e, a prima vista, anonimo: qualche boutique, due o tre modesti locali con biciclette appoggiate al muro poco distante, finestre con tende impalpabili che celano appartamenti ordinati, luminosi. Qui, però, Parigi ha concesso un pezzo di sé a Copenhagen. Taste, a dispetto del nome, è una vera patisserie come se ne vedono a Montmartre, ma anche un Bistrot molto intimo: pochi piatti, idee chiare.

Ad accogliere i fortunati avventori, superata una porticina cigolante, sulla sinistra ecco una vetrinetta stracolma di torte, crostate, biscotti, macaron, brioche, cioccolata, praline. Tutto prodotto in casa, ça va sans dire, come dimostra il retrobottega che si concede agli sguardi curiosi nella quotidiana confusione creativa.

Il maître, proprietario e cameriere tuttofare può indisporre per il fare sbrigativo, ma saprà conquistare anche i palati più offesi al primo assaggio di una delle sue creazioni. Ai lamponi, con mandorle e cioccolato, vegana con lo sfizio di guarnizioni elaborate, ma anche senza glutine, senza lievito o zucchero: è complicato scegliere quale opera d’arte assaggiare per prima, anche perché qui salute e gola sembrano aver trovato un compromesso più che soddisfacente. Attenzione, però: si servono anche omelette a regola d’arte, caffè un po’ allungati, té dai sapori ricercati, a costi, visti gli standard danesi, ragionevoli. Concedetevi una sosta qui, magari in tarda mattinata, prima di visitare Kastellet: il vostro palato ringrazierà.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Gabriele Sebastiani.
Giornalista classe ‘93, ama i cieli nuvolosi, l’accento inglese e il cibo thailandese.
Fermamente convinto che chi nasca del Toro sia destinato a fare grandi cose.

Tags