coffee time, Turin

Le celebri frittelle di mele di Samambaia a Torino

Samambaia è una regione dell’entroterra brasiliano, una pianta medicinale, ma anche il nome di uno dei locali storici di San Salvario, nato come torrefazione nel 1910 in via Madama Cristina 20 e tutt’oggi in ottima salute. Qui, come una volta, il caffè crudo viene miscelato e tostato con una macchina del 1950 ma c’è molto di più. Già, perché Samambaia è una caffetteria per la colazione e la merenda, ma anche un ottimo bistrò per la pausa pranzo. Fin qui, direte voi, tutto normale, ma è entrando che vi accorgerete di essere in un posto davvero speciale…

L’arredamento è retrò, dal sapore francese e piemontese insieme, pieno di scatole di latta, pacchi di biscotti e torrone, vasetti in vetro con caramelle e ceste di cibo. Alle pareti ci sono insegne vintage e liste di menu di fine ‘800 e inizio ‘900 plastificate; dentro le vetrinette, centinaia di soprammobili e ricordi. Avvicinatevi al bancone dell’ingresso, e guardate verso l’angolo sinistro: lo vedete quel vassoio pieno di frittelle? Sono le tradizionali frittelle di mele di Samambaia, che troverete qui tutto l’anno. Tagliate a rondelle spesse, sono semplicemente la fine del mondo, così fragranti e dal cuore tenero e succoso.

Se avete del tempo, fermatevi a uno dei tavolini, per un buon espresso della casa, una tazza di tè caldo (ampia la selezione, chiedete il menu dedicato) o un marocchino con un goloso strato di cioccolato fondente. Ottimi anche i toast, se la fame è tanta e volete mettere qualcosa di salato sotto i denti prima della frittella.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Alice Avallone.
Viaggia, scrive e insegna. A volte anche contemporaneamente.
Nel tempo libero, si occupa con orgoglio di etnografia digitale.

Tags