let's eat, rroma

La pizza bassa e scrocchiarella di Er Panonto a Roma

Amanti della napoletana rassegnatevi, perché a Roma la pizza è “bassa e scrocchiarella”, con la crosta rigorosamente bruciacchiata e un velo di farina sotto (giusto quel che basta a imbiancare le labbra al primo morso). Le classifiche con le migliori pizzerie della Capitale offrono l’imbarazzo della scelta, ma con la nostra preferita vi facciamo fare un tuffo nella Roma degli anni Sessanta: vi portiamo da Er Panonto a Garbatella, in Via Enrico Cravero 10, uno dei locali più genuini e popolari della città.

L’ampio salone ha l’aspetto di una trattoria spartana ma curata, e la pizza – cotta nel forno a legna – è l’unica protagonista del menu. Noi amiamo quelle bianche estive, rucola e pachino oppure fiori di zucca e alici, sempre disponibili ma che danno del loro meglio quando gli ingredienti sono di stagione. Chi preferisce le rosse provi la capricciosa, con tanto di uovo sodo sopra, o la margherita con crudo, ottima perché gli affettati sono di qualità. Data la leggerezza dell’impasto consigliamo di iniziare la cena con un fritto (fiore di zucca o baccalà? La scelta è ardua) o con una bruschetta (“panonto”, in dialetto, è il pane con l’olio), ma lasciate un po’ di spazio per una porzione di tiramisù fatto in casa.

I camerieri in gilet e camicia bianca sono di quelli che padroneggiano il lavoro da una vita, e l’atmosfera è accogliente e familiare nonostante il locale sia sempre affollato. Nella bella stagione si apparecchia nel cortile all’aperto, vero fiore all’occhiello del locale.

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Francesca Martellini.
Vive a Roma da anni ma ha gli occhi a forma di Colosseo come il primo giorno. Lavora tra i libri.

Tags