ast, let's eat

L’uovo cotto a 65° con Taleggio e pistacchio da Cascina Lissona

Immersa nel verde del Monferrato, Cascina Lissona è un agriturismo B&B dall’atmosfera accogliente e famigliare, a pochi chilometri dal centro della città di Asti… ma non finisce qui. Visite guidate, degustazioni, corsi di cucina sono alcune delle attività che potrete svolgere qui, oltre che vedere da vicino il piccolo allevamento di manze allevate esclusivamente a pascolo. Ma ad attirare la nostra attenzione è stato un altro protagonista: il ristorante! Amanti del buon vino e della cucina piemontese, qui non si lasciano di certo intimorire dal mescolare innovazione a tradizione. E poi diciamocelo: a loro piace anche moltissimo stare in buona compagnia, tant’è che, oltre alla classica ristorazione, organizzano diverse serate a tema, unendo diverse realtà astigiane, stimolando così nuove collaborazioni e idee.

Quando abbiamo letto “A tutta fonduta” per la loro riapertura della cucina – dopo una breve pausa invernale per ricaricare le batterie – non abbiamo resistito: una gustosissima cena in collaborazione dei mastri affinatori di Borgo Affinatori, con piatti inaspettati e rivisitati dallo chef Michel della Cascina. Zuppa valdostana, gnocchi di patate con borragine, Taleggio di capra e prosciutto croccante, carne cruda con la robiola di Roccaverano, ma uno su tutti ci ha conquistato: l’uovo cotto a 65°, con Taleggio e pistacchio.

Abbiamo letteralmente preso alla lettera il detto “meglio un uovo oggi, che una gallina domani”: una preparazione di circa un’ora, mangiata in pochissimi minuti. L’abbraccio dell’uovo morbidissimo con il Taleggio è pura armonia per le vostre papille, e il gusto saporito del pistacchio lo rende perfetto. Un signor uovo!

* * *

Questa segnalazione è stata curata da Beatrice Avallone.
Scatta fotografie, interpreta pianeti e colleziona bussole.
Le son sempre piaciuti squali, dinosauri e altre bestie con questo calibro di dolcezza.

Tags