lizboa, wish list

Dentro Ler Devagar: leggere lentamente a Lisbona

In portoghese Ler Devagar significa leggere lentamente ed è il nome dato a una famosa libreria indipendente di Lisbona, da molti elencata tra quelle più belle del mondo. Si tratta di un grande spazio suddiviso su più livelli, con scaffali fino al soffitto colmi di libri – nuovi e usati, e non solo in portoghese -, una vecchia macchina tipografica al centro, un piccolo bar e un’ottima pasticceria. Inoltre ospita una esposizione permanente di creazioni meccaniche dell’inventore di origini italiane Pietro Proserpio e sono sempre tanti gli eventi che vengono qui organizzati.

Appena si entra ciò che colpisce di più sono le sculture volanti: la sagoma bianca di una ragazza su una bicicletta alata e al piano superiore quella di un uomo in monociclo con un ombrello che cerca di raggiungere la luna. A renderla unica è l’atmosfera che si respira: più che un semplice negozio di libri è un luogo di ritrovo o dove fermarsi per un momento, a leggere o bere un caffè, con lentezza.

Il luogo che ospita la libreria non è meno affascinante. Uno spazio di 23.000 metri quadrati situato nel quartiere di Alcântara sotto i piloni del Ponte 25 de Abril, nato come struttura industriale – sede di fabbriche tessili e poi di una tipografia – riconvertito a partire dal 2008 in centro culturale: LX Factory. Oggi è un’area molto vivace che ospita tanti eventi (un appuntamento fisso è il mercatino vintage alla domenica) e comprende ristoranti, negozi, uffici, uno spazio per il coworking, un ostello e naturalmente la libreria Ler Devagar.

* * *

Questa segnalzione è stata curata da Silvia Bertonati.
Appassionata di punti panoramici sempre alla ricerca ricerca di nuovi orizzonti,
da una vetta, un grattacielo, o dal finestrino di un treno.